Home Lifestyle Genitori e Figli Scaccia le zanzare!

Scaccia le zanzare!

CONDIVIDI

Estate, tempo di sole, mare e… zanzare. Bimbi e adulti, nessuno sfugge al loro pungiglione.

Ma se i grandi possono imparare a sopportare il prurito da puntura, i bambini molto spesso diventano insofferenti, grattandosi fino a provocare escoriazioni alla pelle.

La soluzione è armarti di repellenti e iniziare la caccia. Ce ne sono tanti in commercio e per scegliere quello giusto il segreto è nelle etichette, da leggere con attenzione per non sprecare i soldi, ma anche per evitare prodotti non adatti alla pelle del tuo bambino.

Presidio medico chirurgico

Una recente inchiesta condotta da Altroconsumo ti mette in allerta: solo se sull’etichetta è presente la dicitura “presidio medico chirurgico”, il prodotto che stai comprando è veramente un anti-zanzara. Essenze e oli presenti in altri cosmetici potrebbero avere un’azione anti-zanzara bassissima e limitata nel tempo, ma non è certificata.

Per il tuo bambino attenta a cosa scegli

Se tuo figlio ha meno di 3 mesi meglio ricorrere a zanzariere durante la notte e, durante il giorno, vestirlo con magliette e pantaloni a maniche lunghe. Scegli capi di cotone leggero e fresco per non fargli soffrire il caldo.
A partire dai 3 mesi puoi invece usare prodotti che contengono Citrodiolo, sostanza vegetale estratta dall’eucalipto, in concentrazioni che variano dal 7 al 15%. Sconsigliati fino ai 12 anni invece quelli a base di Deet, il repellente più efficace in assoluto, ma di origine chimica, non adatto nemmeno alle donne incinte e a chi ha una pelle molto sensibile.
Ricorda infine che la dicitura “naturale” non vuol sempre dire che fa bene al bambino: allergeni e alcool presenti in questi prodotti possono in ogni caso mettere a rischio la sua salute.

Efficacia non waterproof

I repellenti in commercio, oltre a garantire una copertura più o meno limitata nel tempo, non sono a prova di acqua. Se il tuo bimbo fa il bagno o suda tanto, dovrai spruzzarlo con più frequenza.

Salviettine comode quando sei in giro

Al parco oppure quando siete in giro, è sicuramente più comodo usare le salviette anti-zanzare, che non sono adatte però a tutto il corpo, ma solo a parti piccole esposte, come le mani e il collo.

Il braccialetto e alcuni falsi miti.

Secondo Altroconsumo è inutile indossare i braccialetti anti-zanzare la cui protezione è bassissima e  di breve durata. Inesistente invece il vantaggio degli ultrasuoni: le zanzare sono prive di udito. Questo animale è invece attratto dall’odore e dall’anidride carbonica che espiriamo.

Non è vera anche la credenza che una maggiore assunzione di vitamina B6 tenga lontano le zanzare alterando l’odore del sudore. Un altro luogo comune è che la luce attiri zanzare, come anche avere un sangue dolce. Convinzioni entrambe false, in quanto le zanzare sono attratte dal calore più che dalla luce e non sono in grado di  conoscere il gusto del nostro sangue, prima ancora di assaggiarlo.

Luisa Carretti

Commenti
CONDIVIDI