Home Lifestyle Genitori e Figli La verdura non la mangio!

La verdura non la mangio!

CONDIVIDI

 

Mangiare le verdure è sempre un problema per i bambini. Alcune sono amare, altre non sono invitanti quanto un bel piatto di spaghetti. E allora ecco la sequenza di boccacce, bronci, capricci che ti fanno perdere la speranza di dare ai tuoi figli un’alimentazione sana ed equilibrata. Ma non tutto è perduto! Esistono molte strategie da attuare con l’aiuto di qualche buona lettura e di giochi divertenti. Evita le punizioni, i rimproveri, le minacce ed i ricatti e ricorda che per i bambini il cibo è uno strumento di esplorazione e gioco, sia durante lo svezzamento sia durante la crescita. Affrontare l’argomento, ma anche i pasti, con atteggiamento giocoso e leggero è dunque un ottimo punto di partenza.

Giocare a fare l’orto

Se vivi in campagna tutto diventa più facile. Puoi comprare l’attrezzatura per te e per tuo figlio e dedicare una parte del tuo giardino alla semina e alla raccolta di ogni tipo di verdura e ortaggio. Ma se abiti in città, a parte qualche visita “didattica” dal fruttivendolo o al supermercato, le occasioni di contatto diretto con la natura sono rare se non inesistenti. Allora, ecco che in tuo aiuto arriva un gioco divertente ed intelligente. Si chiama “Il gioco dell’orto”, fa parte della collana Apriscatola edita da Carthusia e si trova in libreria. La grande scatola che lo contiene si trasforma in frutteto 3D e in plancia per un gioco da tavola da fare a scuola o in famiglia che svela i segreti e la magia delle stagioni con 60 carte, 40 schede colorate su frutta e verdura e una guida con informazioni utili ai genitori. In più, sempre nella scatola puoi trovare dei semini da piantare in balcone per far sperimentare a tuo figlio tutto quello che impara giocando.

A inventare le storie

Trasformare frutta e verdura in invincibili eroi di mirabolanti avventure può essere un modo per incuriosire e conquistare i tuoi figli, ma come fare se la fantasia non ti accompagna? Fai scorta di libri e leggili al tuo bambino. Ecco quelli che abbiamo scovato all’ultima Fiera dell’Editoria per ragazzi a Bologna: Gigin Zucchina e i cavoli a merenda o Fortunata arancia profumata, due racconti sempre di Carthusia, divertenti, ma anche molto utili per i suggerimenti che trovi alla fine di ogni storia e alcune semplici ricette da cucinare insieme.
Se poi il tuo bambino ama le filastrocche, non potrai fare a meno di un piccolo libro di Sinnos Editore dal titolo Filastrocche a bocca piena, puro divertimento mangereccio in rima.

Luisa Carretti

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteSi pò dimagrire nei punti giusti?
Articolo successivo100mila download per l’App di Melarossa
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.