Home Lifestyle Genitori e Figli Gelato a merenda? Sì, ma con moderazione

Gelato a merenda? Sì, ma con moderazione

CONDIVIDI

E’ la tentazione golosa dell’estate. Colorato, dolce, rinfrescante, i bambini non mangerebbero altro e tu più che volentieri lo offri almeno uno volta al giorno come merenda, certa che sia una soluzione sana e nutriente. Ne parliamo con Luca Piretta, medico nutrizionista.
Sole ed alte temperature, qual è la merenda più adeguata per i nostri figli?
La merenda d’estate deve essere qualcosa di fresco e allo stesso tempo nutriente e salutare. Il denominatore comune resta in ogni caso la frutta, che però possiamo rendere ancor più appetitosa e gradita arricchendola con un gelato. Credo, ad esempio, che una macedonia con il gelato potrebbe essere una merenda perfetta. In alternativa è anche permesso un gelato e basta, se inserito in un programma di educazione alimentare che preveda il consumo della frutta negli altri pasti della giornata e una riduzione di altri dolci.
Secondo te è giusto proporre un gelato come spuntino durante la mattina o il pomeriggio?
Sì, è giusto purché non sia un’abitudine giornaliera.
La scelta delle pietanze da servire ai nostri figli a pranzo o a cena sono condizionate dal fatto di aver mangiato un gelato?
Dobbiamo considerare che il gelato apporta un certo quantitativo di zuccheri semplici e quindi bisogna cercare di ridurli nel resto della giornata. In particolare ridurrei il consumo di bevande dolcificate gassate se  si intende mangiare il gelato.
Quante calorie  e quanto zucchero contiene in media un cornetto con due gusti diversi?
Un gelato di frutta medio apporta circa 130-150 calorie con 15 gr di zucchero (3 zollette di zucchero) mentre un gelato di crema si aggira introno al 230-250 calorie con circa 20 gr (4 zollette)
C’è differenza tra i gusti a livello nutrizionale?
Si, un gelato di crema ha una percentuale di grassi che può essere il doppio di quello di frutta che ha più carboidrati. La presenza di proteine è anche rilevante per quelle contenute nel latte.
Meglio quelli a base di frutta o il classico cioccolato?
Da un punto di vista calorico quelli di frutta come abbiamo visto sono meno calorici. La presenza della frutta la considero poco rilevante da un punto di vista di contenuto in vitamine e polifenoli. Insomma non si può pensare di dare della frutta ai nostri ragazzi scegliendo il gusto frutta.
Quali gelati preferire fra confezionati o artigianali?
Non ci sono grandi differenze in termini nutrizionali. Possiamo dire che i prodotti industriali sono generalmente più sicuri in termine di igiene. Ci sono alcune gelaterie artigianali che dal canto loro hanno una particolare attenzione alla scelta delle materie prime fresche o biologiche.
Quanti gelati al giorno dovrebbe mangiare un bambino?
Dipende dal peso del bambino e da altri fattori come quanti altri dolci mangia durante la giornata, se fa attività fisica… direi uno o al massimo due.

Luisa Carretti

Commenti
CONDIVIDI