Home Lifestyle Genitori e Figli 5 consigli contro le gambe pesanti in gravidanza

5 consigli contro le gambe pesanti in gravidanza

CONDIVIDI
consigli contro le gambe pesanti in gravidanza

Ti senti appesantita e le gambe ti fanno male? I nostri consigli.

Gli ultimi mesi di gravidanza sono segnati da un disturbo piuttosto frequente: gambe e caviglie gonfie e doloranti. Il fastidio non è purtroppo evitabile, visto l’aumento di peso, i cambiamenti ormonali, che portano ad una maggiore ritenzione idrica ed al peggioramento della circolazione e visti alcuni fattori ambientali, come il caldo, che amplificano questi disturbi. Puoi però mettere in atto alcune buone pratiche che permettono di arginare o in parte alleviare la sensazione di gonfiore.

Alimentazione

È molto importante seguire un regime alimentare povero di grassi e zuccheri e calorie, ma al contrario ricco di fibre con frutta, verdure, cereali per favorire l’attività intestinale e di acido folico (contenuto nel pesce ad esempio), ferro e calcio. Importante poi bere molta acqua e per aiutare la circolazione mangiare frutti di bosco o bere succo di mirtilli.

Attività fisica

L’estate è certamente difficile da affrontare per una donna agli ultimi mesi di gravidanza, ma dà l’occasione di fare attività fisica a costo zero: mezz’ora di passeggiata in montagna oppure al mare, approfittando dell’idromassaggio naturale delle correnti marine, è perfetta per sciogliere la ritenzione e riattivare la circolazione. Il nuoto resta poi uno sport piacevole e facile da praticare, visto che in acqua il peso del pancione svanirà per dare un po’ di sollievo alle gambe, ma anche alla schiena.


A riposo

Ottimo rimedio per far sgonfiare le gambe e attenuare il dolore alle caviglie è dormire con le gambe sollevate, mettendo un cuscino in fondo al letto per alzare di circa 15 centimetri la parte di materasso su cui si poggiano i piedi. Ogni volta che ti è possibile, poi, dovrai sederti, anche soltanto per pochi minuti, poggiando le gambe in posizione orizzontale su un’altra sedia o un poggiapiedi.

Massaggi e pediluvi
Se non ci sono controindicazioni da parte del ginecologo è possibile sottoporti a massaggi linfodrenanti, ottimi per sgonfiare le gambe. Alla fine di una giornata caldissima, poi, di grande aiuto sono i pediluvi con acqua e sale. Bastano 200 gr di sale grosso sciolto in una vaschetta d’acqua fresca in cui immergere i piedi per dieci minuti. Il sale tirerà fuori i liquidi in eccesso da gambe, caviglie e piedi. Per accentuare l’effetto sgonfiante aggiungi dei cubetti di ghiaccio o, per un resa più duratura, blocchi di ghiaccio creati conservando nel congelatore delle buste di alimenti riempite a metà d’acqua.

Le creme
Creme, gel o spray a base di estratti vegetali come l’ippocastano, la vite rossa o la centella asiatica da spalmare sulle gambe con un massaggio che dalla caviglia sale sino alla coscia. L’effetto defaticante è assicurato.

Isabella Quercia

Commenti