Home Lifestyle Genitori e Figli Lo studio ti mette fame? Prova gli snack sani!

Lo studio ti mette fame? Prova gli snack sani!

CONDIVIDI
mangiare sano quando studi per un esame

Un desiderio irrefrenabile di cibo, soprattutto mentre stai studiando la materia che più odi, ti fa correre ogni pomeriggio in dispensa a fare incetta di snack dolci e salati?

Sgranocchiare per noia è uno dei comportamenti più diffusi fra gli studenti, soprattutto perché dà l'illusione di mantenere alta la concentrazione.

Addirittura qualcuno ha confessato di riempire di snack la scrivania, per non doversi alzare continuamente. Capita anche a te, vero? Patatine fritte, barrette di cioccolato, snack salati!

Anche se poi a cena ti tocca sopportare i rimproveri di mamma e papà perché non finisci quello che hai nel piatto, e sei costretta a litigare ogni giorno con lo specchio, bocca della verità nel mettere l'accento sui quei rotolini di troppo che, ahimè, dipendono anche dai tuoi spuntini pomeridiani. Che fare?

Il nostro consiglio è di fare merenda con frutta fresca e di stagione: una banana a metà pomeriggio ti dà l'energia e la concentrazione necessarie per finire i tuoi compiti. Ma eccoti due regole molto semplici da seguire!

Regola n° 1: basta con le sgranocchiate non stop

Concediti solo una merenda pomeridiana. Per il resto, se vuoi fare una pausa, alzati dalla sedia e fai una passeggiata di dieci minuti, o gioca con il tuo cane o ancora chiama un'amica per qualche pettegolezzo fresco fresco di giornata. Ti sentirai ricaricata e ritroverai la tua concentrazione.

Regola n°2: meglio la frutta per merenda (ci piace ripeterlo!), ma una o due volte a settimana sgarra con uno snack...bio

Sì, sì, bio! Lo sapevi che nei supermercati naturali puoi soddisfare la voglia di dolce e salato, con snack meno dannosi per la tua salute? Troverai, ad esempio, delle gustosissime chips di mais cotte al forno (quindi non fritte!!!) che non hanno nulla da invidiare alle patatine in busta, ma che per 100 grammi di prodotto apportano ben 108 calorie in meno. (100 grammi di classiche patatine fritte contengono 503 calorie, contro le 395 delle chips di mais).

E se sei una estimatrice degli snack dolci, prova a sostituirli con barrette di cereali o semi misti a frutta e miele. La garanzia che ti dà il biologico, in questo caso, non è tanto a livello di calorie (che possono arrivare anche a 500 per 100 grammi di prodotto), quanto nel controllo e nella provenienza delle materie prime: niente grassi idrogenati o oli di qualità scadente come quello di palma, niente additivi chimici né conservanti.

Un'alternativa energetica alla frutta fresca è poi la frutta secca, la vendono in pacchetti da 100 gr, o le barrette di frutta 100% naturali, fatte con materie prime rigorosamente provenienti da coltivazioni biologiche.

Per placare la sete, poi, metti da parte aranciate e cole, esistono tisane profumate o speziate capaci di soddisfare anche i palati più esigenti. E se non puoi fare a meno delle bollicine, almeno assicurati di stare stappando una lattina di soda bio al vero estratto di mirtilli, limone o lamponi.

Luisa Carretti

Commenti