Home Lifestyle Genitori e Figli Candida in gravidanza, come affrontarla

Candida in gravidanza, come affrontarla

CONDIVIDI
come curare la candida in gravidanza

Quel fastidioso senso di prurito causato dalla candida lo hanno provato tutte le donne almeno una volta nella vita. Le cause possono essere sia fisiche (immunodepressione, diabete), sia mediche (terapie cortisoniche o antibiotiche prolungate) sia legate allo stile di vita (stress, uso di contraccettivi orali, uso di biancheria intima sintetica o di pantaloni troppo aderenti).

Ma può accadere anche che durante la gravidanza, a causa dei cambiamenti che avvengono a livello della mucosa genitale, la donna si trovi a combattere con questa infezione e i suoi fastidiosi sintomi: leucorrea (perdite dense), prurito intenso, bruciore, eritema vaginale.

Il primo pensiero è per il bambino e i rischi che potrebbe correre. Niente paura! In realtà la candida di per sé non crea grandi problemi durante i 9 mesi di gestazione.
L’unico rischio riguarda il parto: il bambino potrebbe contrarre l’infezione per contatto, manifestando alla nascita, o poco dopo, il mughetto, una candidosi del cavo orale.

Come comportarti allora? Puoi curare la candida anche in gravidanza? Sicuramente, e puoi farlo assumendo i farmaci prescritti dal ginecologo, sicura che non nuoceranno al bambino, ma anche ricorrendo ad alcuni rimedi omeopatici per alleviare i sintomi e mettendo in pratica alcune buone pratiche alimentari per evitare che il disturbo si ripresenti.

I rimedi naturali

Il rimedio naturale che allevia bruciore e prurito è la tintura madre di Calendula. Basta diluirne 30 gocce in acqua tiepida e poi effettuare dei risciacqui.

Le buone pratiche alimentari

Per evitare spiacevoli ricadute è necessario:

  • Bere molta acqua e tisane. Se vuoi bere dei succhi di frutta, meglio optare per quelli senza zucchero.
  • Sostituire lo zucchero con miele integrale e fruttosio.
  • Evitare i prodotti da forno lievitati, sia dolci sia salati, e contenere il consumo di carboidrati.
  • Mangiare frutta e verdura in quantità e possibilmente fresca.
  • Preferire la carne bianca rispetto a quella rossa, ad eccezione di agnello e vitello.
  • Consumare yogurt che aiuta a ristabilire la flora batterica.

Le buone pratiche quotidiane

Se hai la candida usa un detergente intimo a Ph neutro (5,5). E, per prevenirla, meglio un detergente acido, biancheria intima in cotone e indumenti larghi e comodi.

Luisa Carretti

Commenti