Home Lifestyle Genitori e Figli C’è pappa e pappa

C’è pappa e pappa

CONDIVIDI

 

Lo svezzamento è un momento delicato nella vita alimentare di un bambino, perché è in questa fase che imparerà ad assaggiare ed apprezzare qualsiasi cibo. Scegliere le stoviglie giuste è un buon modo per aiutare il tuo bambino nel difficile compito di imparare a mangiare da solo. In commercio ne esistono di tutte le dimensioni, materiali e forme, ma non sempre tutti sono utili. Ecco i nostri consigli.

Dimensioni
Le dimensioni sono importanti. Agli occhi di tuo figlio, un piatto piccolo renderà meno arduo il compito di vuotarlo e ti aiuterà anche a calibrare meglio le porzioni. Diversi studi dimostrano che porzioni abbondanti, più che invogliare i bambini, ne inibiscono l’appetito. Allora meglio aggiungere la pappa in più riprese, appena il tuo piccolo manifesta il desiderio di mangiare ancora.

Forme
Mangiare deve essere un gioco. Allora perché non preferire piatti a forma di casetta o stella piuttosto che le classiche stoviglie circolari? Può essere un modo intelligente e creativo per rendere divertente il momento della pappa.

Cucchiaio e Forchetta
Anche le posate devono avere dimensioni proporzionate alla bocca e alle manine del tuo bambino. Le migliori hanno impugnatura arrotondata e sono in materiale antiscivolo. Per il cucchiaio poi, meglio sceglierne uno non troppo concavo, più difficile da vuotare rispetto ad uno meno profondo. La forchetta, invece, dovrà assolutamente avere rebbi non troppo lunghi e arrotondati.

Bicchieri
All’inizio userà il bicchiere antigoccia, ma crescendo vorrà sempre di più imitare i grandi. Allora meglio scartare il vetro (troppo frustrante vedere un bicchiere che scivola dalle manine e si frantuma in mille pezzi), scegliere materiali infrangibili e soprattutto preferire bicchieri piccoli e maneggevoli, magari anche con uno o due manici laterali.

Materiali
Sui materiali il dibattito si fa complesso. La necessità per ogni genitore è: usare piatti infrangibili, leggeri, che non rimangano unti, come a volte capita con alcune plastiche, dopo essere stati lavati. La soluzione più alla portata di tutti? Scartare la ceramica, bella ed elegante, ma poco pratica, e optare per la plastica o la ormai diffusissima melamina. Non sempre però è la scelta giusta, visto che una recente ricerca condotta dagli scienziati del Kaohsiung Medical University di Taiwan e pubblicata sulla rivista JAMA Internal Medicine dimostra come questa sostanza venga rilasciata dalla stoviglie se a contatto con cibi caldi. Il rischio secondo i ricercatori sarebbe una maggiore propensione alla formazione di calcoli renali.
Il consiglio è dunque quello di usare la melamina solo quando si servono piatti freddi.

Ecologico è la soluzione
E in tutti gli altri casi? Esiste un’alternativa ecologica e ugualmente infrangibile: il bambù. Nei negozi online di articoli per l’infanzia è frequente trovare fra le proposte un set pappa in fibra di bambù colorato con colori tenui e della stessa consistenza della plastica. Il vantaggio di questo materiale è che è resistente, duraturo, non contiene sostanze nocive come ftalati,  BPA e melamina, può essere lavato in lavastoviglie e, quando deciderai di buttarlo via, potrà essere compostato.
Sempre online è possibile trovare set da pappa prodotti con materiale al 100% riciclato dai contenitori in plastica del latte. Li produce un’azienda americana di giocattoli ecologici e anche in questo garantisce l’assenza di bisfenolo BPA, ftalati, PVC.

Ecco una mini-gallery con alcune idee per la pappa dei vostri bambini: clicca sulle immagini e scoprile!

[widgetkit id=28]

 

Luisa Carretti

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteI capelli con la clip
Articolo successivoCavolfiore con gamberi e pesto
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.