Home Lifestyle Genitori e Figli Bambini a tavola

Bambini a tavola

CONDIVIDI

“Le verdure non mi piacciono...”, “Mamma, mi compri le patatine?”... “Posso avere un altro cioccolatino?”... Sono tanti i capricci con cui devi combattere ogni giorno per educare i tuoi figli a mangiare sano. Una battaglia difficile, ma importantissima per proteggere  la loro salute e prevenire il rischio di sovrappeso e obesità, sempre più diffusi anche in Italia: coinvolge il 25,2% dei bambini nella fascia di età fra i 3 e gli 11 anni. Numeri allarmanti, che ci fanno capire quanto sia importante educare i tuoi figli ad una corretta alimentazione fin da quando sono piccoli.
E tu? Cosa fai per assicurarti che tuo figlio mangi in modo sano ed equilibrato? Noi di Melarossa abbiamo preparato per te una piccola guida ricca di consigli utili per stimolare il tuo bambino a mangiare nel modo giusto: pochi trucchi che ti aiuteranno ad educarlo in modo divertente, giocando con la fantasia, cercando un compromesso tra gola e salute, rendendolo protagonista a tavola e stuzzicando la sua creatività.

1. Niente tv a tavola!

Con la tv accesa, tuo figlio sarà distratto e continuerà a mangiare anche se non ha più fame, ignorando i segnali di sazietà che il suo corpo gli invia.
Spegni il televisore e, mangiando, chiacchiera con lui.

2. Variate... e avrete vinto!!

Ti piacerebbe mangiare la stessa minestra tutte le sere?  Anche tuo figlio ha bisogno di cambiare! La varietà è la chiave dell'alimentazione e, durante la crescita, è importantissima per proteggere  la salute del tuo bambino e stimolarlo ad essere curioso e aperto verso i cibi nuovi. Potrebbe diventare un vero buongustaio!
Durante la settimana,  chiedigli che cosa ha mangiato alla mensa e proponigli una cena diversa.
E ricorda: l'equilibrio alimentare si programma su una settimana e non su una giornata! Niente panico se, per una o due sere, c'è solo la pizza! Rimangono altri 5 giorni per rimediare!

3.Da bere? Sì, dell'acqua!

Bere tanta acqua è una buona abitudine da prendere fin da piccoli! L'acqua è l'unica bevanda indispensabile ai bambini (e anche ai grandi!) e bere molto è essenziale per evitare la disidratazione.
Invita tuo figlio a bere acqua durante la giornata perchè un bambino dimentica spesso che ha sete. I bambini che non bevono abbastanza si sentono stanchi... Se lo vedi stanco o irritabile, dagli subito da bere!

4. Quattro pasti al giorno: una regola importante!

Ogni pasto ha la sua importanza. La colazione permette al tuo  bambino di ricaricare le batterie dopo una lunga notte. Il pranzo gli fornisce l'energia per tutto il pomeriggio. La merenda serve ad assicurargli il giusto apporto di zuccheri ed energia nell'intervallo tra il pranzo e la cena. Infine la cena, che dev'essere più leggera del pranzo.
E' importante che ogni pasto sia organizzato seguendo tre semplici regole: orari fissi, quantità moderate, presenza di ogni gruppo di alimenti per evitare carenze che potrebbero portare il bambino a mangiucchiare tra un pasto e l'altro.
L'apporto nutrizionale per un bambino di 6 anni dev'essere così distribuito nell'arco della giornata: 15/20% del fabbisogno quotidiano di nutrienti a colazione, 30/40% a pranzo, 15/20% a merenda, 30/40% a cena.

5. Non gli piace? Prova un'altra volta!

Tra i 2 e i 10 anni, tuo  figlio entra in un periodo di neofobia. Un giorno gli piacciono le verdure e un altro giorno le odia e così con mille altre stranezze. Una madre deve imparare ad essere molto zen! Un consiglio? Invita un amichetto a pranzo e cucina le verdure! Tuo figlio le mangerà più volentieri!
Solo alcuni alimenti detti “di base” sono sempre presenti nella lista dei cibi amati dai bambini: il pane, i cereali, il latte e le uova. Quindi, quando inserisci  in un pasto un alimento nuovo,  accompagnalo sempre con un altro che sei sicura che apprezzi. Se non mangia le verdure cotte, proponigli  la verdura cruda con olio e sale... forse gli piacerà!

6.Non forzarlo!

E' molto importante lasciare che il tuo bambino capisca da solo se ha fame o meno. Il suo fabbisogno varia con l'età, il peso e l'energia che spende durante il giorno.
Dagli da mangiare in funzione del suo appetito, preparagli piccole porzioni di diversi piatti, cosi potrà imparare la diversità alimentare, e lascia che si serva da solo.

7.Mangiucchia tra un pasto e l'altro.... controllache non lo faccia!

Insegna a tuo figlio a rispettare l'ora dei pasti evitando di mangiucchiare, cioè di sbocconcellare piccole quantità di cibo in ogni momento della giornata, senza fame nè voglia.
Ha fame prima dell'ora di cena? Dagli un alimento che di solito rifiuta! Mai una caramella o un biscotto!
Ma attenzione: fare merenda non è mangiucchiare, al contrario! La merenda è il pasto preferito dei bambini ed è importante nella loro giornata.
E' addirittura provato che i bambini che fanno merenda sono più magri degli altri perchè lo spuntino li aiuta ad evitare i fuori pasto.

8. Latte e yogurt: da privilegiare il più a lungo possibile!

Tra i 6 e i 9 anni il tuo bambino ha bisogno di 900 mg/giorno di calcio. Per questo i nutrizionisti raccomandano di fargli bere tra i 200 e i 400 ml di latte al giorno, che equivalgono a 2 o 3 yogurt.

9. Limita il consumo di bibite gassate, caramelle e patatine

Bibite gassate, caramelle e patatine sono alimenti che tutti i bambini adorano, ma devono capire che non possono consumarne tutti giorni! Le bibite gassate sono piene di zuccheri ed è meglio aprire la bottiglia per un'occasione speciale come una festa compleanno...  Comincia subito l'educazione alimentare di tuo figlio e spiegagli che se apre un pacchetto di caramelle non deve svuotarlo. Fa male alla salute e ai denti!

10.Una presentazione degna di “Ratatouille”!

Tuo figlio ama i piatti colorati. Usali per proporgli piccole porzioni, magari insaporite con qualche spezia da assaggiare (con il curry... si parte per l'India!)
Ogni tanto sorprendi il tuo bambino e preparagli un bel vassoio con piatti colorati e cibo colorato (per esempio hamburger e carote in un bel piatto giallo, fragole e kiwi in un bellissimo piattino arancio).
Nel week end, fatti aiutare da lui a preparare la cena, lasciandolo libero di disporre piatti, bicchieri e posate come preferisce. Apparecchiare la tavola stimolerà sicuramente il suo appetito!

11.Frutta e verdura ad ogni pasto!

La frutta e la verdura sono molto importanti. Sono ricche di fibre, quindi favoriscono un transito intestinale armonioso, e contengono anche vitamine, minerali e oligo-elementi.
Se a tuo figlio non piace la verdura, cerca di inventare piatti nuovi e proponigli ricette sfiziose: potresti provare, per esempio, le polpette di verdure di Melarossa oppure i Bastoncini di pesce o ancora la pasta con sugo di verdure nascoste.
Per invogliarlo a mangiare la frutta, puoi preparare delle macedonie colorate oppure provare con i frullati.

12. Dai l'esempio!

Le tue abitudini alimentari e il tuo modo di stare a tavola sono molto importanti. I bambini sono svegli e osservano i loro genitori, quindi dare il buon esempio è fondamentale per educarli. Se la luce dei tuoi occhi ti vede mangiare in modo equilibrato, sia sul piano quantitativo che su quello qualitativo, farà sua questa abitudine per tutta la vita. Un buon motivo per seguire i nostri consigli!

Sylvie Pariset

Commenti