Home Lifestyle Genitori e Figli Come eliminare i pidocchi

Come eliminare i pidocchi

CONDIVIDI

Nemmeno un mese dall’inizio della scuola e ti ritrovi a combattere con i pidocchi. Non sei avvisata dell’ennesimo caso di pediculosi a scuola, un brivido di paura percorre la tua schiena, guardi la testa di tuo figlio con un misto di agitazione e speranza, pregando di averla scampata, almeno questa volta, invece niente da fare!

L’incubo dei pidocchi si ripresenta puntuale ad ogni ripresa scolastica e non c’entrano sporcizia o trascuratezza, perché a questi piccoli parassiti piace frequentare le teste dei bambini semplicemente perché le loro ghiandole sebacee non sono ancora completamente sviluppate e quindi producono una quantità di lipidi, utili a proteggere il cuoio capelluto, minore rispetto agli adulti.

Dove si annidano?
Una volta individuato il nemico, bisogna sconfiggerlo. I pidocchi amano vivere al caldo ed al buio, per questo preferiscono posizionarsi sul cuoio capelluto e dietro le orecchie, è lì che dovrai controllare non appena vedrai tuo figlio grattarsi in modo sospetto. In più dovrai fare molta attenzione alle uova, le famose lendini, bianche ed a forma di goccia, che, se presenti, saranno così ben agganciate al capello da non riuscire a soffiarle via.

I rimedi 
Innanzitutto l’immancabile pettine a denti stretti, oggi anche in modernissima versione elettrica, da passare sia sui capelli asciutti sia su quelli bagnati.
Esistono poi shampoo a base di oli naturali con cui effettuare il trattamento antipediculosi: olio di Andiroba, Quassia Amara, Olio di Neem, ma anche olio di cocco combinato con olio essenziale di anice e Ylang Ylang. Di solito basta un unico trattamento (lo shampoo deve essere lasciato in posa per una decina di minuti e poi risciacquato), da ripetere dopo 15 giorni. Questi shampoo seccano molto i capelli, dunque un consiglio utile può essere quello di utilizzare il balsamo prima di passare il pettine stretto, per evitare di far male al tuo bambino.

Prevenzione
Oltre agli spray acquistabili in farmacia o nelle parafarmacie, esistono alcuni rimedi naturali, come l’aceto e il limone, da usare durante l’ultimo risciacquo dei capelli. Il tea tree oil sembra essere poi perfetto per creare un ambiente sgradito ai pidocchi: basta metterne qualche goccia dietro le orecchie. In alternativa si può passare fra i capelli qualche goccia di olio essenziale di lavanda o la crema a base di timo, sempre da spalmare nelle zone più calde della testa.

Rasare a zero non serve
Per fortuna lo dicono anche i pediatri: rasare i capelli a zero non serve a nulla, perché i pidocchi si annidano anche fra i capelli corti. Salva dunque la tua splendida bambina da questa inutile penitenza.

Isabella Quercia

Commenti