Home Lifestyle Genitori e Figli Al mare con i nonni

Al mare con i nonni

CONDIVIDI

Ferie, sospirate ferie, ma non sempre arrivano e soprattutto spesso non coincidono con quelle del tuo compagno. E i tuoi figli ne pagano le conseguenze. La città per loro si può trasformare in una noiosa trappola: gli amichetti sono tutti via, durante le ore più calde non si può uscire o andare al parco, tu lavori tutto il giorno…il risultato è che gli unici passatempi a portata di mano, se non hai un giardino, sono televisione e videogiochi.

Ecco che allora la proposta dei nonni di portare i nipoti al mare ti sembra un’ottima ancora di salvezza. Un piano che mette a posto la coscienza e impegna i tuoi bambini. Con quali conseguenze?

L’aiuto dei nonni è sacrosanto, per carità, ma è anche vero che lasciando i figli nelle loro mani puoi dire addio alle tue regole. Perché spesso le visioni sul metodo di educazione, sulle scelte, sulle abitudini sono completamente opposte e se non sai importi tutto il tuo lavoro rischia di risultare vano.

Come fare? Prima della partenza dovresti innanzitutto mettere in chiaro le cose con i tuoi genitori e chiedere loro di non indulgere di fronte al più insignificante dei capricci. Ricorda poi le tue abitudini alimentari: solo un gelato al giorno, anche meno, no a caramelle e dolcetti di varia natura, tanta frutta e pasti regolari.

Se poi tuo figlio è ancora molto piccolo e deve fare il riposino, i nonni dovrebbero riuscire a sostituirti, ignorare i ripetuti rifiuti del bambino e fargli capire che le buone abitudini restano, anche in vacanza. E se invece la nonna è terrorizzata dall’idea di un nipote che si rotola nella sabbia, si sporca allegramente ed esplora con coraggio il giardino finendo arrampicato su un albero, mentre tu sei molto più permissiva? Cerca di farle capire quanto sia importante per noi, ma soprattutto per il carattere e lo sviluppo psico-motorio di tuo figlio, il fatto di imparare a contare sulle sue capacità e di fare esperienza del mondo che lo circonda e chiedile di non tartassarlo di “no”, “questo non si può fare”, “non arrampicarti”, “non ti sporcare”.

Poi però prova a sospendere il giudizio, fidarti e lasciare nonni e nipote liberi di costruire senza interferenze un rapporto tanto speciale quanto quello che tu hai con lui. Chiedi, ma cerca anche di mollare la presa. Le loro vacanze saranno divertenti e tu sarai sicuramente più rilassata in attesa del ritorno e del racconto di mille strabilianti avventure.

Commenti
CONDIVIDI