Home Lifestyle Genitori e Figli L’importanza dell’acido folico

L’importanza dell’acido folico

CONDIVIDI

Sei appena agli inizi della tua grande avventura da mamma e la prima grande sfida da superare è ricordarti di prendere ogni giorno una pasticca di acido folico. Il ginecologo si raccomanda con te, non smette di ripeterti quanto sia importante, ma non sempre sei sicura di capirne il motivo.
Ecco alcuni buoni motivi per non ignorare questa raccomandazione in gravidanza…ma non solo.

Vitamina per la crescita

Si tratta di una sostanza ad attività vitaminica fondamentale per la corretta divisione e moltiplicazione cellulare. In altre parole è la vitamina muratore impegnata nella costruzione delle cellule necessarie per tenerti in salute e far crescere sano in pancia il tuo bambino. Assicurati e assicura a feto ed embrione un apporto adeguato di acido folico, soprattutto nelle prime 4-8 settimane di vita, periodo in cui si formano i primi organi e diminuirai il rischio di patologie e difetti del tubo neurale.

Protegge te e il tuo bambino

Questa vitamina del gruppo B previene una particolare forma di anemia, costituita da globuli rossi più grandi del normale, ma poveri di emoglobina, la sostanza responsabile del trasporto di ossigeno nei tessuti e negli organi. L’acido folico inoltre gioca un ruolo importante sia nella diminuzione di possibilità di attacchi cardiaci, cancro e diabete sia nella prevenzione di alcune malformazioni del sistema nervoso del bambino, come la spina bifida. Per questo motivo l’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, ha di recente proposto di estendere l’assunzione di 400 mcg di acido folico al giorno a tutte le donne in età fertile: una terapia preventiva che ridurrebbe del 72% il rischio di DTN, Difetti del tubo neurale.

Più fertile con l’acido folico

L’acido folico, anche noto come Vitamina B9, può aumentare del 5% la fertilità femminile e maschile, migliorando anche la qualità dello sperma, e protegge da aborti spontanei ripetuti.
Se stai cercando di restare incinta, quindi, fai il pieno di acido folico per scongiurare una carenza, problema che interessa una donna su tre in occidente, e inizia ad assumere folacina, altro nome dell’acido folico, già qualche mese prima del concepimento.

Via libera a frutta e verdura fresche e crude

Le verdure, soprattutto quelle a foglia scura come gli spinaci, sono ricchissime di acido folico. Ma puoi trovarlo anche negli agrumi, nei legumi, nei cereali integrali, nel fegato, nel lievito e nella carne. Un’alimentazione sana ed equilibrata ti aiuta ad assumere questa vitamina.
Ricorda però che l’acido folico è molto sensibile alle alte temperature, quindi non è sufficiente mangiare cibi cotti per tenerti al riparo da carenze. Preferisci frutta e verdura crude, fresche, gustose e…ipocaloriche!

I nemici dell’acido folico

Oltre alle alte temperature, l’assunzione di pillola anticoncezionale e di altri farmaci produce una carenza di acido folico. Per questo è importantissimo che la tua alimentazione sia sana, varia ed equilibrata non solo in gravidanza.

Luisa Carretti

Commenti