Home Fitness Workout Esercizi per le braccia da fare a casa per tonificare

Esercizi per le braccia da fare a casa per tonificare

CONDIVIDI
esercizi per le braccia

Eccoti degli esercizi per le braccia per dire addio alle braccia flaccide. Come gli addominali e i glutei, le braccia sono una parte del corpo che tutte noi sogniamo di avere tonica, ma che purtroppo è spesso la prima vittima di un aumento di peso o di un dimagrimento, della scarsa attività fisica e dell’avanzare dell’età.

E’ sulle braccia che va ad immagazzinarsi il grasso in eccesso. In questo punto, inoltre, la pelle è molto sottile e, soprattutto se si dimentica di idratarla con costanza, diventa ancora meno elastica e meno tonica.

Il primo rimedio contro le braccia flaccide è quindi l’idratazione! Dopo la doccia, ricorda sempre di idratare la pelle usando l’olio di mandorle dopo la doccia: porta il braccio in alto, piega il gomito e massaggia con l’olio, dandoti dei pizzicotti per stimolare la circolazione.

La soluzione estiva: il nuoto – soprattutto la rana e lo stile libero – è l’ideale per scolpire i muscoli delle braccia, quindi se quest’estate vai al mare fai delle belle nuotate quotidiane per tonificare le tue braccia.

Hai deciso di risolvere il problema in maniera definitiva? Scopri come rimediare  a questo inestetismo con degli esercizi semplici da praticare tutti i giorni!

Consigli prima di iniziare : tutti gli esercizi si possono fare con i pesetti o con delle bottigliette d’acqua da mezzo litro. Il vantaggio delle bottigliette è che puoi regolare il peso e quindi iniziare con la bottiglia mezza piena e, quando noterai progressi, riempirla tutta!
Non dimenticare l’importanza della respirazione: espira quando fai lo sforzo portando la pancia in dentro.

L’importante, quando ti alleni, è la regolarità, quindi stabilisci un programma di allenamento e impegnati a rispettarlo! Esegui gli esercizi per almeno 5 giorni a settimana, la mattina o la sera quando torni dal lavoro e per tutta l’estate! E, per una terapia d’urto, prova anche il circuito braccia della nostra esperta fitness Giovanna Lecis!
Ecco il nostro programma per braccia più toniche.

1) Allena i tricipiti

esercizi tricipite

I tricipiti sono i muscoli posizionati sotto le braccia e, se li tocchi, vedrai che sono molto rilassati perché non li usi mai! Ecco come stimolarli.
Posizione di partenza: in piedi, gambe leggermente aperte alla larghezza del bacino e leggermente piegate, pancia in dentro e schiena dritta. Prendi un pesetto  o una bottiglietta d’acqua con la mano destra, porta il braccio in alto (vicino all’orecchio) e piegalo, portando il peso al livello della spalle. Il gomito deve rimanere puntato verso l’alto. Stendi il braccio senza muovere il gomito e piegalo di nuovo. Quando discendi, stai attenta a non lasciar cadere il braccio. Fai 4 serie da 20 ripetizioni con un braccio e poi ripeti l’esercizio con l’altro.

2) Ancora tricipiti!

esercizi tricipite

Melarossa pensa ancora ai tuoi tricipiti e ti consiglia di proseguire con questo esercizio molto efficace!
Posizione di partenza: seduta sul bordo della sedia, appoggia le mani sui bordi, i piedi a terra. Spingi sulle braccia e porta il tuo corpo in avanti con i glutei sospesi in aria. Piega i gomiti a 90 gradi e fai scendere i glutei quasi fino a terra, poi risali spingendo sulle braccia. Più porti in avanti piedi e glutei, più l’esercizio è difficile, più i piedi sono vicino alla sedia, minore è la difficoltà. Fai 4 serie da 20 ripetizioni.
Dopo qualche settimana riesci ad eseguire tranquillamente questo esercizio? Brava! Sei pronta per aumentare le serie e provare la variante con le gambe tese!

3) Tonifica i bicipiti

come rassodare le braccia

Anche se è più importante tonificare i tricipiti, non bisogna dimenticare il bicipiti per equilibrare il lavoro e ottenere delle braccia toniche e armoniose.
Posizione di partenza: in piedi, braccia lungo il corpo, schiena dritta e pancia in dentro. Porta la mano verso la spalla piegando il gomito e senza allontanare il braccio dal corpo. Non aiutarti con la schiena: solo i bicipiti devono lavorare! Puoi eseguire l’esercizio con le 2 braccia insieme oppure prima con un braccio e dopo con l’altro. Fai 4 serie da 20 ripetizioni.

4) L’esercizio del tosaerba

allenamento braccia

Posizione di partenza: gambe parallele, appoggia la gamba destra sulla punta e piegala leggermente. Abbassa il busto e appoggiati ad una sedia con la mano sinistra, tenendo la schiena dritta. Prendi un peso con la mano destra e portala vicino alla mano sinistra appoggiata alla sedia.
Esegui una rotazione  del busto verso l’esterno portando il braccio destro piegato indietro senza che le spalle si muovano. L’esercizio è simile al movimento di partenza del tosaerba. Torna nella posizione di partenza. Ripetizioni: 4 serie da 20.

5) La rotazione dei polsi

allenamento braccia

Posizione di partenza: prendi i 2 pesi o le bottigliette. Siediti su una sedia o, ancora meglio, su uno sgabello appoggiato contro il muro. Cerca di appoggiare la schiena al muro allungandoti più che puoi. Attenzione a non curvare le spalle. Alza le braccia tese in avanti con il peso in ciascuna mano. Tieni la posizione e gira i polsi verso l’esterno e, poi, verso l’interno. Devi sentire i muscoli che lavorano e non devi mai abbassare braccia e spalle. Ripetizioni: 4 serie da 20 ripetizioni.

6) Stretching per le braccia

stretching braccia

Hai i muscoli indolenziti dopo la sequenza? Fai un po’ di stretching per farli respirare ed allungarli: ti aiuterà ad ottenere una muscolatura ben definita!
Posizione di partenza: siediti a terra, gambe incrociate e schiena ben dritta. Il braccio sinistro teso, portalo dietro la schiena. Alza il braccio destro e portalo più indietro che puoi. Stai attenta a non inarcare la schiena, pancia in dentro, concentrati sulla tua cintura addominale. Piega i gomiti e prova a far toccare la mano destra con la sinistra. Anche se le 2 mani non si toccano, tieni la posizione per 20 secondi la prima settimana e 30 secondi le settimane successive. Ripeti lo stesso esercizio invertendo la posizione delle braccia.

 
Risultati: Non ti preoccupare se non riesci ad unire le mani, vedrai che pian piano la distanza diminuirà e un giorno – VITTORIA! – le tue mani si toccheranno e riuscirai a tenere la posizione a lungo!

 

Commenti