Home Fitness Sport dalla A alla Z Acquabike per combattere la cellulite

Acquabike per combattere la cellulite

CONDIVIDI
acquabike

Addio a buccia d’arancia e gambe gonfie con l’acquabike. Utilizzare la cyclette in casa ti annoia? Perché non provi l’acquabike o hydrobike? Vuol dire semplicemente pedalare in acqua per dimagrire e tonificare il corpo.

É un esercizio fitness ottimo per bruciare le calorie, nonché uno dei rimedi contro la cellulite. Per conoscere da vicino questa disciplina e scoprirne tutti i benefici, noi di Melarossa abbiamo intervistato Christian Pompei, istruttore fitness del circolo del Ministero delle infrastrutture di Roma. Ecco che cosa ci ha raccontato.

Christian, che cos’è l’acquabike?

È uno sport in cui si sta immersi nell’acqua fino alla vita e si pedala sulla cyclette a ritmo di musica. Si lavora su una bicicletta in acciaio fissata sul fondo della piscina con delle ventose, quindi anche chi non sa nuotare può stare tranquillo: non c’è nessun rischio.

L’intensità dell’allenamento varia nel corso della lezione, che dura di solito 50-60 minuti. In questo tempo vengono simulate salite, discese e sprint. Si tratta di un lavoro prettamente aerobico, alternato ad esercizi di tonificazione. La musica aiuta a dare ritmo e intensità. L’entusiasmo, la professionalità e lo stile dell’insegnante servono a rendere la lezione energica, divertente e funzionale.

Quali sono i benefici dell’acquabike?

Pedalare su questa cyclette in acqua migliora il sistema cardiovascolare e rinforza la schiena. Un’attività fisica che è ottima per combattere la cellulite, perché l’acqua esercita un massaggio, quindi la circolazione del sangue migliora, la pelle appare più soda e l’eliminazione delle tossine è stimolata.

Quali muscoli ti aiuta a scolpire?

Tantissimi: il quadricipite, cioè il muscolo anteriore della coscia, rassoda i glutei – quindi questo sport è indicatissimo per chi sogna un fondoschiena tonico – gli addominali alti, bassi e obliqui, il bicipite e il tricipite, soprattutto quando viene praticato con l’utilizzo di ausili e piccoli pesi da applicare alle braccia, i dorsali, importantissimi per sostenere la colonna vertebrale, e i pettorali, che è essenziale far lavorare per poter sfoggiare un bel décolleté.

Per chi è indicato? E a chi è sconsigliato?

Non ci sono controindicazioni. L’acquabike è adatto a chiunque e si può praticare a qualsiasi eta. In caso di forte sovrappeso è l’attività ideale perché l’acqua sostiene il corpo e non c’è il rischio di infiammazione delle articolazioni. Può rappresentare anche un valido lavoro riabilitativo per rinforzare il quadricipite.
L’unica controindicazione riguarda l’eventuale presenza di infiammazioni al ginocchio: in quel caso è preferibile non salire su questa cyclette.

Rispetto ad una pedalata classica, l’acquabike è più efficace?

Prima di tutto, è sicuramente più divertente. Poi, è uno sport in cui si fa un lavoro molto intenso sentendo meno la fatica: bisogna forzare di più per contrastare la resistenza dell’acqua ma al tempo stesso si fanno lavorare i muscoli senza avere la sensazione di sottoporli a un grosso sforzo. E quando si esce dall’acqua ci si sente leggerissimi.

Pedalando su questa cyclette in acqua con una frequenza di due lezioni a settimana, dopo un mese la cellulite sarà scomparsa, la vita sarà più sottile e i glutei saranno sodi.

 

Commenti