Home Fitness Sport e Benessere 4 sport da fare all’aria aperta per divertirti e bruciare calorie

4 sport da fare all’aria aperta per divertirti e bruciare calorie

CONDIVIDI
Gli sport da fare all'aria aperta

Dopo mesi passati al chiuso, finalmente arriva il momento di uscire all’aria aperta: le temperature miti e le giornate più lunghe e soleggiate, ti invitano ad abbandonare la palestra o gli allenamenti casalinghi per buttarti invece in qualche divertente attività fisica da fare outdoor.

Andare a cavallo, fare trekking, ciclismo, canoa e, perché no anche qualcosa di più avventuroso, come il parapendio o il bungee-jumping: perché lo sport deve essere innanzitutto divertimento e la primavera è il periodo ideale per scrollarsi di dosso la pigrizia invernale scegliendo delle attività fisiche che ti aiutino a bruciare calorie piacevolmente.

Se poi riesci ad abbinare un weekend o una breve vacanza nella natura con la sperimentazione di qualche nuovo sport da fare all’aria aperta, ti sentirai subito più energetico e motivato a continuare anche una volta tornato a casa.

Rimane il dubbio amletico di cosa fare… Le possibilità sono davvero molte e così abbiamo chiesto a Giovanna Lecis, coach fitness Melarossa di suggerisci 4 sport da fare all’aria aperta. Alle sue proposte, noi ci abbiamo aggiunto anche un suggerimento per unire l’attività fisica a una bella e salutare vacanza nelle Terre Pescaresi.

1Equitazione

Andare a cavallo è uno sport che ti offre grandi benefici sia per il corpo sia per la mente. Se pensi che equitazione voglia dire stare comodamente seduta in sella ti sbagli; questo sport ti aiuta a sviluppare la coordinazione, fa bene alla tua schiena e alla postura, il tutto bruciando circa 300 calorie per ogni ora di equitazione.

L’equitazione poi è un’attività che ti insegna a stare in contatto con un animale e questo ti permette di imparare come avere un senso di responsabilità verso il prossimo e anche a relazionarti con chi è diverso da te.

Prova l’equiturismo all’interno del Parco Nazionale della Majella

Se hai voglia di sperimentare questo sport in luoghi di estrema bellezza naturale, unendo l’attività fisica con un turismo ecosostenibile, puoi sperimentare le offerte del Parco Equituristico Majella Morrone: si tratta di una struttura che è votata ad offrire agli appassionati un’accurata scelta di viaggi, trekking, avventure a cavallo e in carrozza nei posti più belli e suggestivi del Parco Nazionale della Majella.

Guarda il video e scopri le magie di una vacanza a cavallo all’insegna dell’avventura.

Grazie a preparatissime Guide Equestri imparerai a muoverti con il cavallo, a stretto contatto con la natura selvaggia e incontaminata di queste zone, bruciando calorie a cuor leggero!

2Camminate, trekking ed escursionismo

Se ami la natura e la vita all’aria aperta, l’escursione a piedi è l’attività ideale per te: brucerai calorie (fino ad 860kcal l’ora, se in salita ad alta intensità) mentre cammini e ti godi la bellezza di boschi e paesaggi, facendo attività fisica in maniera divertente e spensierata.

Così, mentre ti prendi cura della salute del tuo cuore, puoi anche godere della compagnia del tuo “lui”, della tua “lei” o di amici e famiglia, prendendoti un break dallo stress cittadino e dai ritmi serrati della quotidianità.

Camminare è uno sport adatto a tutti, anche se devi fare attenzione ai dislivelli: se non sei allenato, inizia gradualmente, soprattutto perché devi prendere dimestichezza col territorio. 

Escursioni con Majambiente

Se ti avventuri nella natura è importante che tu ti rivolga ad associazioni che possano suggerirti i percorsi più adatti a te, come Majambiente, che si trova a Caramanico Terme, una località termale e turistica nella vallata del fiume Orta, praticamente la “capitale” del Parco Nazionale della Majella.

Dal centro di Caramanico, partono i sentieri che si inoltrano all’interno della valle e portano in alta quota: il centro visitatori di Majambiente si occupa di fornire informazioni a chi vuole fare escursioni nel parco, suggerendo posti da visitare e gli itinerari più adatti secondo il grado di preparazione. Si va infatti dal percorso più semplice, di circa 1 ora e mezza, ad anelli più impegnativi di 3-4 ore, fino ad esperienze di trekking da 8 ore e più.

Se non hai mai fatto escursioni prima, una buona idea potrebbe essere quella di seguire un corso base di escursionismo, che possa insegnarti a muoverti in autonomia, ma sempre in sicurezza.

3Arrampicata

Con l’arrampicata si sviluppa forza e resistenza, si aumenta l’agilità, l’elasticità e si sviluppa la concentrazione. Inoltre, sollecitando le braccia, che non sono abituate, a sopportare il peso del corpo, si bruciano moltissime calorie, 540kcal l’ora per un’attività moderata e fino a 750kcal l’ora per un’attività intensa.

È un’attività sconsigliata a chi soffre di problemi di articolazioni o a chi è in forte sovrappeso, perché la fatica sarebbe eccessiva. È invece super consigliata a chi soffre di depressione o pensa di avere una bassa autostima: infatti l’obiettivo dell’arrampicata, quello di raggiungere la cima, è anche un obiettivo di superamento dei propri limiti.

Quest’attività può essere svolta anche indoor, ma ovviamente ti offre i maggiori benefici quando la svolgi all’aria aperta, possibilmente sotto la guida di un istruttore professionista.

La palestra di roccia di Rocca Morice

Con i suoi 2km di lunghezza, la Parete dell’Orso (questo è il suo vero nome) è tra le strutture più grandi d’Italia per praticare l’arrampicata su roccia.

Questa parete fa parte di un progetto nato nel 1984 dalla volontà del noto alpinista Giampiero di Federico, che prevedeva l’attrezzatura di un certo numero di vie di arrampicata e la costruzione di una foresteria con tavola calda a Rocca Morice.

Con gli anni, la foresteria si è trasformata in B&B con ristorante, la Parete dell’Orso è stata valorizzata (oggi riceve la visita di circa 100mila persone ogni anno) e sono state aggiunte altre 300 vie di arrampicata.

Uno sport perfetto per te, ma anche per i tuoi bimbi, che impareranno l’esistenza di limiti e come gestirli in tutta sicurezza, visto che è richiesta un’attrezzatura completa per divertirsi senza rischi.

4Parapendio

Abbiamo lasciato quest’attività per ultima, perché pur essendo il modo più semplice e piacevole per provare l’ebbrezza del volo, si tratta sicuramente di un’esperienza emozionante e destinata solo ai più coraggiosi.

Per iniziare, è preferibile provare l’esperienza di parapendio con volo biposto, eseguita quindi con un istruttore, perché non richiede nessuna preparazione specifica ed è accessibile a tutti. Infatti, dopo un briefing con il pilota, ci si lancia in una breve corsa di decollo, per poi tuffarsi nel nulla, abbandonandosi solo al suono del vento.

Oltre ai meravigliosi benefici psicologici che una simile esperienza ti offre, il parapendio ti impone l’uso dei muscoli posturali del tronco e del bacino e anche i muscoli adduttori delle gambe sono continuamente sollecitati.

Quindi, questa pratica rinforzerà tutti i muscoli centrali del corpo, facendoti bruciare energia a causa della grossa quantità di adrenalina in circolo durante il volo: mediamente una persona di 70 kg può bruciare fino a 230kcal all’ora.

Il parapendio sulle cime dell’Appennino abruzzese

Quando sei a migliaia di metri da terra, sei pervaso solo dalla bellezza del mondo, dalla sensazione di libertà e dall’intensità della vita: vedi tutto in modo più positivo e ottimista.

Per vivere al meglio queste emozioni, affidati agli esperti del Volandia Aeroclub della Vestina: il club organizza scuola di parapendio, di deltaplano e anche voli biposto propedeutici e di ambientamento.

Non ti rimane che lanciarti e ammirare le cime degli Appennini dall’alto come fossi un uccello!

PAR FSC 2007-2013 Linea di azione 1.3.1.d – Progetto di Sviluppo Turistico realizzato con il contributo della Direzione Sviluppo Economico e del Turismo Regione Abruzzo nell’ambito del programma POR-FAS 2007-2013 – CUP C59B14000010001

Commenti
CONDIVIDI
Ho cominciato la mia vita professionale come giornalista e sono iscritta all’Ordine dal 1995 come Pubblicista. Dopo diversi anni di esperienza nel settore della comunicazione (sia nell’organizzazione di eventi, sia come ufficio stampa), ho ripreso da qualche anno l'attività di giornalista e lavoro nella redazione di Melarossa, curando in particolare articoli su dieta, nutrizione e psicologia. Vista la mia innata curiosità verso gli esseri umani e le loro possibilità di sviluppo e miglioramento, ho scelto di diventare Life Coach Umanista e lavoro con persone che vogliono allenarsi a raggiungere obiettivi in linea con la loro natura.