Home Fitness Scrivi alla personal trainer Rassodare dopo un cesareo

Rassodare dopo un cesareo

CONDIVIDI

Ciao Giovanna,

ho 29 anni e un anno fa ho avuto la mia prima bimba con un parto cesareo, sto seguendo da un mese la dieta melarossa ma vorrei rassodare la pancia che dopo l’operazione è rimasta molto floscia e con smagliature.. Come posso fare? Grazie! Acquagym puo’ servire?

Luana

Risposta

Ciao Luana,

il parto cesareo è una vera e propria operazione, sarà quindi molto importante aspettare che il tuo corpo abbia la possibilità di recuperare dopo il trauma subito e la cicatrice deve avere il tempo di guarire. Prima di cercare di tonificare i muscoli addominali, quindi, devi aspettare almeno un paio di mesi, e comunque l’ultima parola sarà sempre quella del tuo ginecologo che dovrà darti la completa idoneità a praticare attività sportiva. Una volta che il tuo medico ti avrà dato l’ok, comincia con una tonificazione dolce dell’addome che faccia stimolare non i muscoli superficiali, ma la muscolatura profonda, il trasverso che funge da corsetto e che è il muscolo deputato a contenere i visceri:

– Supina a terra con le  gambe piegate leggermente divaricate, le piante dei piedi in appoggio sul pavimento e le braccia lungo il corpo. Espirando dolcemente spingi  la pancia in dentro come per trazionare l’ombelico verso la colonna vertebrale, sentirai appiattire la pancia (immagina che la pelle della pancia si distenda come la pelle del tamburo), il tutto cercando di tratenere la pipì per far attivare anche il pavimento pelvico. Mantieni  per qualche secondo la posizione e poi rilassa inspirando.
– Ginocchia a terra, glutei sui talloni e busto rilassato in avanti con la fronte a terra, inspira pensando di aprire bene le coste e gonfiando l’addome, espirando traziona l’ombelico in dentro staccando la pancia dalle cosce come se le cosce scottassero. Lo stesso esercizio puoi farlo dalla posizione quadrupedica, contrastando l’azione della gravità che ti manda i visceri verso il pavimento, traziona l’ombelico in dentro espirando e pensa di trattenere la pipì senza contrarre i glutei.

Questi esercizi sono di rinforzo del muscolo trasverso, con attenzione al pavimento pelvico (ogni volta che pensi di trattenere la pipì, azioni la muscolatura del pavimento pelvico). Ddopo aver acquisito confidenza con essi passa a un allenamento più mirato: i crunches, i sit ups e la plank possono esserti di aiuto per la muscolatura piu superficiale dell’addome, ma – cosa fondamentale -,  mantieni sempre e comunque un regime di dieta idoneo con il giusto apporto di nurienti. Non avere fretta, per riavere una pancia in forma ci vorrà del tempo. L’acquagym ti puo essere di aiuto, l’allenamento in acqua è ottimale per assottigliare la zona inferiore del corpo, è utile a bruciare i depositi di grasso abbinando un’azione di tonificazione, inoltre in acqua ti sentirai leggera per via dell’assenza di gravità e non percepirai troppo la fatica.

Spero di esserti stata utile, continua a seguirci…

Giovanna

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteSport e pressione alta
Articolo successivoBraccia poco toniche
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.