Home Fitness Scrivi alla personal trainer Quali cibi prima della palestra?

Quali cibi prima della palestra?

CONDIVIDI

Gradirei sapere cosa bisogna mangiare prima dell’allenamento in palestra e se si  può bere durante l’attività. Sono in sovrappeso di circa 10 kg ( sono alta 1.58, peso 65 kg ed ho 44 anni):  quante volte a settimana devo allenarmi?

Grazie per la risposta,

Silvia

Risposta

Ciao Silvia,

cerca di fare un pasto in base all’allenamento che andrai ad eseguire: se fai un allenamento con i pesi ti consiglio di mangiare una maggiore quantità di proteine in modo da supportare i tuoi muscoli per l’attività di forza, di contro con un allenamento aerobico dove sai che andrai a bruciare più energie ti consiglio di mangiare più carboidrati. Il pasto comunque dovrà essere ad alta digeribilità, con un basso indice glicemico ed energetico, cerca di calcolare bene i tempi perché la digestione dovrà essere portata a termine prima di iniziare l’attività fisica altrimenti il sangue che serve per la digestione verrà dirottato verso i distretti muscolari che necessitano di nutrienti ed ossigeno. Ecco alcuni alimenti consigliati: frutta, pasta integrale, riso basmati, cereali e derivati, verdure preferibilmente cotte. Idratarsi durante l’allenamento è fondametale per ripristinare i liquidi persi e per evitare di diminuire le prestazioni sportive, dando poi al corpo un recupero più rapido dall’attività fisica. Fai almeno 3 giorni di attività fisica a settimana strutturata e in maniera costante, cosi puoi ottenere degli ottimi risultati, ma non andare  oltre le 4 volte a settimana in modo da dare ai muscoli il giusto recupero per rigenerarsi e metabolizzare il lavoro fatto.

Continua a seguirci…
Giovanna

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteInsulino resistenza e corsa
Articolo successivoBuccia d’arancia
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.