Home Fitness Scrivi alla personal trainer Quale sport dopo un intervento

Quale sport dopo un intervento

CONDIVIDI

Salve,

mi sono iscritta ieri e oggi ho ricevuto la mia dieta settimanale.
Per quanto riguarda l’attività fisica, al momento ho indicato quella che svolgo nell’ambito del programma di riabilitazione intensiva cui mi sto sottoponendo (sotto strettissimo controllo medico) in seguito ad un intervento chirurgico abbastanza pesante a piedi e gambe, che ha comportato vari mesi d’immobilità quasi totale (durante i quali, pur mangiando poco, ho accumulato quei 5-6 chili in più che ora vorrei perdere) e, comunque, tuttora mi limita fortemente nella possibilità di movimento (per esempio, per me è impossibile camminare a lungo, correre o fare pilates e simili). Visto che terminerò tra qualche settimana il programma di riabilitazione, quali attività mi consiglia (prima che i miei problemi si aggravassero rendendo necessario l’intervento facevo basket, ma adesso, naturalmente, non è un’opzione neanche quello…)?

Grazie,

Elisa

Risposta

Ciao Elisa,

di solito il miglior allenamento dopo una patologia agli arti inferiori è quello in acqua. Con l’assenza di gravità, qualsiasi impatto con il terreno non accentuerà la tua problematica e ti sentirai leggera e libera di muoverti senza rischio di infortuni. L’attività in acqua è inoltre ottimale per assottigliare la zona inferiore del corpo, è utile a bruciare i depositi di  grasso in eccesso e riesce ad unire un effetto drenante dovuto al massaggio dell’acqua sul corpo con un’azione di tonificazione: potrai così saltare e correre senza infiammare le articolazioni e non percepirai troppo la fatica. Se però non hai il tempo di andare in piscina, anche la cyclette può andar bene, non avrai l’impatto con il terreno e stando seduta non percepirai troppo carico sulle articolazioni delle caviglie e dei piedi. Comincia con 10 minuti al giorno e dopo le prime due settimane vedrai che il corpo si sarà adattato alla fatica così potrai aumentare il tempo a 20 o 30 minuti al giorno per 3 volte alla settimana. Facendo un lavoro aerobico e seguendo un regime alimentare corretto  vedrai che pian piano quei chiletti di troppo se ne andranno. Ti ricordo però che prima di iniziare un’attività sportiva, per evitare disturbi o rischi, è bene consultare il tuo medico che valuterà il tuo quadro clinico.

Continua a seguirci…

Giovanna

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCosa mangiare prima di allenarsi
Articolo successivoConciliare sport e lavoro
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.