Home Fitness Scrivi alla personal trainer La pancia non va via

La pancia non va via

CONDIVIDI

 

Ciao Giovanna,

lo scorso anno ho perso una quindicina di chili grazie a tanta ginnastica..ma la pancia! Quella proprio non se ne va..ancora le gambe e le ginocchia sono un po’ grosse ma mai quanto la pancia..che posso fare?

Risposta

Ciao,

mi fa piacere che hai perso 15 kg, ma la strada per raggiungere l’obiettivo desiderato è lunga e piena di pazienza e determinazione. Non avere fretta di raggiungere il tuo obiettivo, questo è un processo lungo e ci vogliono anni per trovare il proprio giusto stile di vita, nel quale è compresa una corretta alimentazione, attività fisica e una grande gestione dello stress e del tempo.
Quello che puoi fare per ridurre le circonferenze è:
– affidarti ad un nutrizionista che crei una dieta adeguata a te e al tuo stile di vita: chiedi aiuto ai nostri esperti di nutrizione che sicuramente ti forniranno  un piano alientare completo;
– fai attività fisica strutturata e costante, ovvero un minimo di 3 volte a settimana: se puoi iscriviti in palestra oppure scegli uno sport che ti piace.
In palestra prova l’allenamento a circuito e per circuito intendo un’attività dove intervalli una fase cardiocircolatoria ad una fase di tonificazione con pesi leggeri. Ci sono vari modi per fare un allenamento di questo tipo, una tipologia è questa:

Fase di riscaldamento:
– cardio 10′ (intensità di allenamento da bassa a media).

Fase centrale:
– 2 esercizi di tonificazione per 3 serie senza pause;
– cardio 5′ (intensità di allenamento media);
– 2 esercizi di tonificazione per 3 serie senza pause;
– cardio 5′ (intensità di allenamento media);
– 2 esercizi di tonificazione per 3 serie senza pause;
– cardio 5′ (intensità di allenamento media).

Fase di defaticamento:
– cardio 5′ (intensità di allenamento bassa).

Fase di stretching:
– esegui lo stretching dei distretti muscolari coinvolti nella sessione di allenamento.

Ricorda che lavorare solo sulle zone più critiche non è la soluzione più indicata. Tutto il corpo deve essere attivato per non creare scompensi muscolari.

Buon lavoro!

Giovanna

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedentePancia e fianchi
Articolo successivoE la dieta di mantenimento?
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.