Home Fitness Scrivi alla personal trainer Dieta metabolica

Dieta metabolica

CONDIVIDI

Salve Giovanna, sono una ragazza di 28 anni che svolge un lavoro molto sedentario al computer, ma che ama fare attività fisica. Il mio allenamento settimale è di:

Lunedì: 1 h di idrobike

Martedì e giovedì: pilates e posturale

Mercoledì: 1h di sala pesi e 1 ora di acquagym

Venerdì: 1 h di total body e 1 ora di gag.

Seguo un regime alimentare molto diverso tra i giorni feriali ed il weekend, in cui ho spesso feste, cene fuori e non mangio a casa mia. Durante la settimana un mio giorno tipo è:

Colazione: yogurt greco, muesli, fetta bisc. con marmellata e 1 frutto

Pranzo: 50/60 gr di pasta integrale con condimento leggero, 50 gr di proteine tipo pollo, pesce, legumi o uova e verdure

Spuntini: 1 frutto, 10/20 gr di frutta secca tra noci, mandorle e nocciole, 85 gr di yogurt greco magro, 1 quadratino di cioccolatofondente

Cena: come il pranzo ma senza carboidrati e con 100 gr di proteine magre

Nel weekend invece mangio in genere 1 pizza, 2 fritti, 2 fette di torte o 1 gelato, pane o primi da ristorante. Il mio regime di allenamento e il mio regime alimentare sono sbagliati? Sono alta 161 cm e peso 53 kg, il mio peso varia al max di più o meno1 kg, 1 kg e mezzo. Grazie, Laura.

Cara Laura, prima di tutto il tuo rapporto peso altezza mi sembra adeguato, non hai problemi di peso e il tuoi allenamenti settimanali sono abbastanza bilanciati (anche se io non consiglio mai due ore di seguito di attività come ti capita il venerdì), la cosa che mi rende perplessa sono i tuoi sgarri nel weekend mi fanno pensare a quello che avviene nella dieta metabolica che si è diffusa nell' ambiente dei body builders. Alla base della dieta Metabolica c'è l' alternanza di periodi di "scarico" di carboidrati con quelli di "carico" per creare uno shock metabolico in grado di determinare una perdita di peso. Nella fase di scarico la dose di carboidrati consentita è pari a 30 gr al giorni e la quantità di proteine e grassi invece è significativa. A seguito di questa fase ci sono 2 giorni, la fase di "carico", in cui si può mangiare in quantità quasi illimitate i carboidrati. In pratica quindi tale dieta si basa su fatto che sottoponendosi ad un regime povero di carboidrati e ricco di grassi e proteine per un certo periodo, si crea uno shock metabolico capace di determinare una perdita di peso e reintegrando i carboidrati in una fase successiva secondo delle precise modalità, si impedirebbe il processo di catabolismo muscolare evitando di intaccare la massa magra. Il mio consiglio è quello di dare più bilanciamento alla tua dieta, perché la scarsità di carboidrati introdotti e il successivo abuso di grassi e proteine, può determinare l' insorgenza di una elevata quota di acidi (acidosi metabolica) nel sangue, che non è molto salutare. Tu che fai attività sportiva, hai bisogno di carboidrati che avendo un rendimento energetico superiore ai grassi, ti permettono una prestazione sportiva migliore. Spero di esserti stata utile, continua a seguirci...Giovanna

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCambiamento di vita
Articolo successivoPanettone con farina di kamut
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.