Home Fitness Scrivi alla personal trainer Buccia d’arancia

Buccia d’arancia

CONDIVIDI

Ciao Giovanna,

sono una ragazza di 20 anni. Ho sempre fatto sport nella mia vita, variando molto: dal nuoto, pattinaggio artistico alla corsa o camminata rapida. Eppure, nonostante sia stata anche più magra di ora (adesso peso 61 kg x168 cm), ho sempre lo stesso problema che non mi abbandona: la pelle a buccia d’arancia, molto notevole, su pancia e giro vita, proprio lateralmente lungo le coste. È veramente brutta a vedersi, anche perché sinceramente ho delle belle gambe, toniche, e avere l’armonia del corpo interrotta a metà mi destabilizza molto. Potrebbe essere l’anticoncezionale? Ho provato a smettere per un anno senza alcun miglioramento. Adesso sto facendo anche una “cura” con tisane drenanti alla betulla giornalmente,  spero in un risultato. Tu mi sapresti consigliare degli esercizi mirati? Addominali ne faccio frequentemente, vado a camminare alternando la corsa per aumentare la resistenza. È sbagliato? Aiutami, se puoi, perché non ne posso davvero più. A 20 anni ho tutto il diritto di avere un corpo tonico e asciutto in ogni sua parte!!

Grazie mille,

Marina

Risposta

Ciao Marina,
il tuo è un problema molto comune specialmente tra noi donne. La cellulite  è una condizione di ipertrofia delle cellule adipose, cioè la cellula non è in grado di smaltire gli scarti, con conseguente ristagno di liquidi. Bisognerebbe capire se la tua è di natura familiare, quindi di natura genetica, o se è dipesa da medicinali come l’anticoncezionale che prendi o dal tuo stile di vita. Per quanto riguarda l’attività fisica ti consiglierei di camminare velocemente invece di correre, poichè l’impatto con il terreno che avresti durante la corsa non è proprio indicato a chi soffre di cellulite e non favorisce la microcircolazone. Per contrastare la cellulite devi tonificare i muscoli allenandoli intensamente per favorire l’incremento di massa magra e del metabolismo. Cerca di fare esercizi per l’addome in contrazione eccentrica e concentrica come crunches, sit ups, crunch inversi, ma anche in isometria come la plank o il side plank, ma subito dopo l’allenamento dell’ addome devi necessariamente abbinare un’ attività aerobica di intensità moderata, che favorisca lo smaltimento dell’acido lattico e l’ossigenazione dei tessuti (almeno 5 minuti di attività a medio/bassa intensità come ad esempio la camminata veloce sul tapis roulant). Purtroppo non ci sono dei veri esercizi mirati che possano eliminare questo annoso problema, ma continua a fare movimento, bevi molta acqua, mangia verdura e frutta e cerca in generale di avere una buona alimentazione e di cambiare lo stile di vita come ad esempio ridurre gli zuccheri, eliminare i superalcolici, non fumare ed evitare di indossare abiti stretti.

Continua a seguirci…

Giovanna

 

Commenti
CONDIVIDI
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.