Home Dieta PsicoDritte Ecco i consigli per dimagrire anche se rimandi sempre la dieta!

Ecco i consigli per dimagrire anche se rimandi sempre la dieta!

CONDIVIDI
ecco i consigli per dimagrire senza perdere la motivazione nel fare la dieta

Cerchi consigli per dimagrire perchè non riesci mai ad iniziare la dieta? Rimandare la dieta alla settimana prossima è infatti un grande classico: nel frattempo cediamo alle tentazioni convinte che presto arriverà il giorno fatidico, quello in cui dovremmo rinunciare alle prelibatezze che le diete proibiscono. Ancora più frustrante è partire con la dieta e crollare dopo solo pochi giorni davanti all’irresistibile dolcetto che, guarda caso, troviamo nascosto nello spazio segreto della dispensa! Cosa fare in questi casi? Come riuscire a dimagrire? Come è possibile iniziare e, soprattutto, continuare la dieta?   Ecco i consigli della psicologa per dimagrire trovando le motivazioni giuste che ci faranno continuare la dieta.

  • La dieta è tutta una questione di atteggiamento.
  • Lo scoglio più grande da superare è la prima settimana.
  • Tutto sta ad armarsi di coraggio ed iniziare.
  • La costanza è invece frutto della forza di volontà.
  • Non mollare ti porterà a maggiori gratificazioni e vedere i primi risultati sarà lo stimolo giusto per andare avanti!
  • Ti ripeti sempre che domani è il giorno giusto per metterti a dieta e quel domani sembra non arrivare mai.

Ogni scusa è buona per rimandare la dieta. Ecco i consigli per dimagrire

Domani, lunedì, dopo le vacanze, dopo l’Epifania…E finisci per non cominciare mai!

Poi, quando hai finalmente iniziato la dieta, ti succede di perderti per strada: ti demoralizzi per uno sgarro e decidi di mollare perché sei convinta che non ce la farai mai, oppure ti accorgi del peso che non cala, ti scoraggi e abbandoni la dieta.

In entrambi i casi, la tua incapacità di trovare la forza per cominciare davvero e, poi, di essere costante nel tempo è legata a problematiche più profonde, di frustrazione, nervosismo, aggressività, insoddisfazione e scarsa autostima.

Sei solo tu che hai queste esitazioni? Scoprirai di no! Siete in tante ad incontrare gli stessi piccoli ostacoli nel percorso della dieta. Abbiamo raccolto per te i dubbi e le domande di alcune melarossine in crisi di motivazione e abbiamo chiesto aiuto alla Dott.ssa Floriana Ventura, la nostra psicologa i consigli per dimagrire mantenendo integre le motivazioni.

Le risposte e i consigli della dottoressa per aiutarvi ad iniziare, continuare la dieta e dimagrire con la grinta giusta.

Floriana, come trovare lo sprint per cominciare la dieta? Quali sono le domande che mi devo fare per trovare la forza di iniziare? Quali i consigli per dimagrire?
Solitamente, la decisione di intraprendere un percorso di dimagrimento o di modificare il proprio stile alimentare origina da un disagio legato al sovrappeso o a problemi di salute di vario tipo (diabete, celiachia, pressione alta, etc).

A volte, però, questi fattori sembrano non essere sufficienti a dare lo sprint giusto per cominciare.

In questi casi, quando ad esempio lo scopo è perdere peso, la prima cosa da fare è, innanzitutto, ricordare a se stessi quali sono le reali motivazioni per cui si desidera dimagrire, e da quanto tempo si desidera farlo, soffermandosi sugli aspetti negativi che si avrebbero rimanendo nella condizione attuale.

Poi, se questo non bastasse, è importante compilare una lista in cui annotare tutti i vantaggi che scaturiranno dall’essere dimagriti.

Facciamo degli esempi: mi piacerò di più, potrò indossare gli abiti che mi piacciono, potrò mettere di nuovo i miei vecchi, adorati jeans, non ascolterò più commenti sul mio aspetto, mi sentirò a mio agio in costume da bagno, mi sentirò meglio in mezzo alla gente… Una volta compilata, questa ricca ed abbondante lista potrà essere riletta tutte le volte che la motivazione viene meno e ci darà la forza e la spinta per iniziare o continuare, dritti fino al traguardo.

Molti vorrebbero mettersi a dieta ma rimandano alla settimana successiva. Come si fa ad uscire da questo circolo?
In questi casi è utile cercare un alleato, ovvero coinvolgere una persona di cui ci si fida, dotata di spirito collaborativo, orientata alla soluzione dei problemi, che abbia la funzione di affiancarci durante il percorso di dimagrimento, che sia di sostegno, che sappia avere il ruolo di chi osserva l’andamento, che consoli quando si presenta qualche difficoltà, ma che ci stimoli subito a ripartire.

Questa funzione può essere espletata già all’inizio, proprio per definire una data precisa per cominciare, motivarci e far sì che non rimandiamo ancora una volta, senza se e senza ma!

Valeria ci scrive: “Avrò perso la motivazione, inizio e dopo 5 giorni non resisto al cibo e lascio perdere. Che cosa devo modificare in me? Quali i consigli per dimagrire?”
Quando si presenta una situazione come questa bisogna imparare e far propria l’idea che la fame NON E’ UN’ EMERGENZA e che è assolutamente possibile resistere al cibo.

Il punto è che molte persone con problemi di peso vivono la fame come un campanello d’allarme, al quale bisogna rispondere immediatamente, altrimenti ci si sente a disagio. É necessario sganciarsi da questa associazione diabolica e cominciare a sperimentare che quando si percepisce la fame o il desiderio di mangiare si può attendere fino al prossimo pasto o spuntino consentito.

Per aiutarsi in questo compito è utile mantenersi occupati con un’attività, possibilmente piacevole, per almeno 5-10 minuti.
E man mano il muscolo della resistenza diventerà sempre più forte ed efficace.

Ecco, invece, il problema di Loredana: “Scatta una molla e finisce tutto! Il brutto è che mangio più di prima anche se non ho fame, perché mi faccio del male, pur sapendo che non è salutare per me…mi innervosisco perché non mi sento bene con me, ma continuo lo stesso a fare così”
Questo accade quando viene confuso il bisogno di cibo dovuto alla fame fisiologica col bisogno di gratificazioni e riconoscimenti che nutrono il sé (e non lo stomaco).

Allora succede che per reagire, ad esempio, a un’emozione sgradevole, invece di cercare la risposta adeguata come una carezza, un abbraccio, uno sfogo con un’amica o un chiarimento col partner, si cerca una gratificazione impulsiva ed immediata attraverso il cibo che, immediatamente dopo, lascia addosso un carico emotivo ancora più pesante, dovuto al senso di colpa e al senso di inefficacia personale, oltre a qualche etto in più.

Cominciare a diventare consapevoli di come questo meccanismo influenza il proprio personale comportamento e iniziare a fare qualcosa di diverso è un ottimo punto di partenza.

Tiziana ammette: “Vorrei tanto ricominciare ma non so da dove iniziare, che cosa devo fare per trovare la motivazione? Quali i consigli per dimagrire?”
Per ricominciare è necessario mettere in atto le stesse indicazioni date per chi deve cominciare un percorso di dimagrimento per la prima volta, con una forza in più: se ci sono riuscita una volta, ho ottime probabilità di farcela anche questa volta e posso, in più, imparare dagli errori passati e fare in modo che l’alimentazione controllata e l’attività fisica diventino uno stile di vita stabile e non solo una piccola fase momentanea.
Questo è l’unico modo ed il consiglio più valido per riuscire a dimagrire e mantenere il peso a lungo termine.

Debora è scoraggiata: “Vorrei cambiare ma poi mi guardo allo specchio e penso che non ce la farò mai…. e allora ricomincio a mangiare…Quali i consigli per dimagrire e per combattere la rassegnazione?”
Per uscire da questa impasse, è importante partire da un presupposto, ovvero che la difficoltà principale sta nel cominciare, nel fare il primo passo e avere fiducia e costanza perché, non appena si vedrà l’ago della bilancia scendere del primo kg, questo fungerà da rinforzo e da spinta motivazionale per continuare il percorso.

Un altro aspetto importante è rappresentato dal proprio modo di pensare: un pensiero come “non ce la farò mai” mette in uno stato di demotivazione e rassegnazione che porta lontano dal poter ottenere un buon risultato. Un modo di pensare più funzionale parte dall’idea tipo “potrei incontrare delle difficoltà ma ho gli strumenti per superarle e ottenere un migliore stato di salute ed aspetto fisico. Non ho motivi per pensare che non ce la farò, mi basterà fare un passo per volta”.

 

Commenti