Home Dieta PsicoDritte Che voglia di dolce!

Che voglia di dolce!

CONDIVIDI

Hai un desiderio irrefrenabile di cibi “proibiti”? Impara a controllarlo con i consigli del nutrizionista e della psicologa. A fine pasto ti assale una irrefrenabile voglia di dolce? Hai appena iniziato la dieta e mangeresti pizza e cioccolato tutti i giorni? Perché?Ne abbiamo parlato con il dottor Luca Piretta, medico nutrizionista, e con la dottoressa Floriana Ventura, psicoterapeuta esperta in perdita di peso, che insieme ad Alessandra Parretta della redazione di Melarossa rispondono ai vostri dubbi in una nuova puntata della rubrica “Lo chiedo al nutrizionista”, nata per aiutarti a mangiare in modo più equilibrato e a stare a dieta in armonia.

 

Molto spesso all’origine di queste “voglie” c’è una dieta troppo drastica, che ti costringe a sacrifici che il tuo organismo, e soprattutto la tua testa, non riescono a tollerare, oppure la voglia di “dolce” nasconde un bisogno emotivo che è importante imparare a colmare senza fare ricorso al cibo, soprattutto se si sta seguendo una dieta. È comunque essenziale che ogni dieta tenga conto dei bisogni non solo nutrizionali ma anche psicologici di chi la segue, prevedendo di tanto in tanto anche qualche piccola gratificazione che fa bene all’umore! Come i dolci light di Melarossa!

Hai anche tu una domanda per il nutrizionista o la psicologa di Melarossa? Scrivi a nutrizionista@melarossa.it potrai diventare uno dei prossimi protagonisti di “Lo chiedo al nutrizionista”.

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteViaggi e assaggi: Istanbul
Articolo successivoLisbona, scoprila in tram
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.