Home Dieta I testimonial siamo noi “Ho perso 20 kg e ho imparato a cucinare!”

“Ho perso 20 kg e ho imparato a cucinare!”

CONDIVIDI

Orazio, -20 kg: “La cucina è come la musica: quando c’è lo spartito, scegli tu quali note metterci”. Orazio aveva problemi di salute, tra cui ipertensione ed insufficienza renale, il medico gli aveva consigliato di perdere peso poiché aveva toccato la soglia degli 85 kg, ma lui non credeva ce l’avrebbe fatta, invece con la dieta Melarossa ha perso 20 kg in 5 mesi!

 

Oltre ai miei problemi di salute e al sapere di dover dimagrire -racconta -, mi sono trovato ad affrontare la perdita della mia mamma, insomma ho avuto un periodo molto difficile. A questo si sommava un’altra difficoltà: vivendo con mia mamma, non sapevo fare nulla in cucina, se non cuocere una bistecca e preparare del pane con la Nutella.

Un giorno è arrivata la svolta: Orazio è stato invitato a cena da amici che stavano seguendo Melarossa e che l’hanno convinto a provarla.

“Quando ho deciso anche io di intraprendere questa dieta, all’inizio ho avuto attimi di panico, non sapevo cucinare nulla, ero sempre alla ricerca di piatti alternativi che non prevedessero preparazioni articolate, ma poi, piano piano, ho cominciato a provare a cucinare: il mio primo piatto è stato la peperonata, che ovviamente è finita… in fumo!

Orazio prima della dieta
Orazio, prima della dieta Melarossa

Poi l’ho presa di petto questa storia del cucinare, ho provato a far tutto e devo dire che è andata alla grande, grazie a Melarossa ho imparato a cucinare!” Orazio ora sta bene, il medico gli ha fatto i complimenti per i kg persi, fa una vita molto dinamica tra spese e passeggiate in bici e finalmente ha le analisi perfette.
“La mattina esco, faccio la spesa, compro cibi freschi e di stagione, torno a casa, cucino e sono felice di quello che mangio.

I miei nipoti vogliono venire sempre a a casa mia, infatti mi chiedono in continuazione - Nonno, nonno quando veniamo a mangiare da te?- Non sono stato paranoico nel seguire la dieta Melarossa, ma ferreo, tanto che ho capito che la cucina è come la musica: una volta che c’è lo spartito, scegli tu quali note metterci!”

Oramai non mi spaventa più nulla, nemmeno un risotto al radicchio, sono un cuoco provetto e ci metto più a lavare le pentole che a cucinare!

 

 

 

 

 

Marta Piselli

Commenti