Home Dieta Scrivi alla psicologa Sensi di colpa

Sensi di colpa

CONDIVIDI

Salve,
piacere Marzia Calcaterra, ho 21 anni e sono della provincia di Catania, un paesino che si trova in Sicilia. Da quasi un mese ho iniziato quest’avventura della mia perdita di peso: inizialmente ero entusiasta di tutto ciò e man mano che iniziavo e perdere peso ero felicissima, adesso ho iniziato a perdere quei kg di troppo. Dovevo perdere 6 kg x tornare al mio peso forma, ero 65 kg quest’estate ma prima di arrivare a questo risultato ne ho persi circa 14 l’anno scorso, sia per una delusione che per il lavoro che avevo intrapreso (ero procacciatrice d’affari); ora ho il terrore di tornare al peso iniziale, infatti oltre i 14 kg persi, adesso ne ho 6 da perdere e già ne ho persi 4, ma ogni volta che mangio qualcosa, cerco sempre di diminuire la quantità che c’è scritta nella dieta. Dopo aver mangiato mi sento in colpa, ma quando poi metto su un bel paio di jeans attillati, vedo che non ho più forme e non mi piaccio: da una parte ho il terrore di prendere qualche chiletto, ma adesso che mi vedo così magra non mi piaccio. Ho qualche disturbo in particolare secondo lei? Cosa posso fare per superare questa indecisione?
Cordiali saluti, la ringrazio in anticipo e spero di essermi espressa bene in ciò che voglio chiederle.

Cara Marzia,
quanta confusione….
Hai 21 anni e probabilmente neanche tu sai ancora precisamente qual è la forma fisica che ti piacerebbe avere. Per poter avere qulche riferimento preciso sarebbe importante che tu chiedessi ad un esperto del settore, un nutrizionista (per es.il dr. Piretta di Melarossa) qual è il peso adatto alle tue caratteristiche fisiche, che come sai puo variare in base a molteplici parametri come la massa magra, la massa grassa, la grandeza delle ossa, l’altezza, e settarti su quel peso, salutare e ragionevole più che estetico.
Nella mail non scrivi quanto sei alta, ora pesi 65 kg avendone persi già 14, quindi deduco ne pesassi 79, giusto? Considera che quando si è in sovrappeso o obesi, la condizione necessaria per mettersi al riparo dai rischi per la salute è perdere il 10% del peso iniziale, che nel tuo caso equivarrebbe a circa 8 kg, che tu hai già perso. Tutto il resto è una questione di gusto estetico e nel tuo caso anche di eccessiva attenzione alle forme del corpo, meccanismo diabolico per cui non ti senti mai a posto e mai soddisfatta del peso raggiunto perchè o troppo morbida o perchè troppo priva di forme. Fai attenzione a tenere a bada questo aspetto che può assumenre anche proporzioni più importanti e farti avvicinare allo sviluppo di un disturbo alimentare.
Impara a godere dei risultati ottenuti, a valorizzare i tuoi punti di forza e a minimizzare i punti critici… e metti un punto. Fissa un peso e fermati lì, allentando la spinta a mettere sempre l’attenzione sul corpo e le sue forme.
Ok?

Un caro saluto
Floriana Ventura

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteConsigli sull’atteggiamento
Articolo successivoI consigli per dimagrire senza contare le calorie
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.