Home Dieta Scrivi alla psicologa Paura di fallire

Paura di fallire

CONDIVIDI

Salve, sono una ragazza di 22 anni con un grave problema di autostima. Lavoro, ma l’anno prossimo mi piacerebbe iscrivermi all’università. Ogni tanto però mi sale la paura di non farcela, di non riuscire a giostrare lo studio e il lavoro, di mollare tutto e perdere anche l’unico sogno che ho (diventare giornalista). Ho rimandato per anni con questa motivazione e mille altre, tutto per paura di fallire. Il rapporto con i miei da fuori può sembrare il normale ropporto genitori-figli: qualche litigio e poche chiacchierate in amicizia. I miei però non hanno MAI avuto fiducia in me e nelle mie capacità e di conseguenza crescendo, ho sempre pensato di non essere abbastanza bella e magra per essere amata, di non essere abbastanza intelligente per conseguire obiettivi importanti, di non valere abbastanza per riuscire a combinare qualcosa nella vita. Quindi eccomi qui a 22 anni, a continuare a pensare tutte queste cose e peggio, esserne convinta. Cosa posso fare per cominciare ad avere fiducia nelle mie capacità? Il mio ragazzo dice che sono bella e intelligente, ma è troppo di parte e quando me lo dice sorrido, ma dentro di me penso che sia cieco…
Grazie per la risposta.
Mia

Cara Mia,
scusami per il ritardo con cui ti rispondo.
Hai descritto molto bene sia il modo in cui ti senti, sia le possibili “cause” riferendoti alle influenze familiari sulla tua autostima e devo dire che trovo la tua disamina adeguata e rispondente ai criteri che solitamente conducono una persona ad avere un’ idea di scarso valore di se stessa.
E’ vero, il compito pricipale dei genitori è quello di “costruire” una buona autostima nei figli… ma purtroppo alla nascita non viene fornito ai neo genitori un manuale di istruzioni che spieghi come si fa a fare una cosa cosi grande ed importante. Ed ecco che può capitare che, nonostante ce la mettano tutta, possono compiere degli inconsapevoli errori. Loro hanno fatto quello che erano in grado di fare, il loro meglio, ma nonostante ciò, non è detto che siano riusciti ad espletare il compito alla perfezione.
Detto questo, cara Mia, devi sapere che sulla propria autostima si può lavorare per imparare a riconoscersi e darsi maggiore valore e indubbiamente è un processo che richiede l’aiuto di un esperto, uno psicoterapeuta che, anche in un tempo relativamente breve, può darti gli strumenti per dare a te stessa il valore che meriti.
Intanto, posso allegarti uno stralcio di un articolo che ho scritto l’anno scorso sull’autostima, in modo che possa avere qualche indicazione in merito:
“… Come abbiamo detto, possedere una buona autostima aiuta indubbiamente a vivere meglio… quindi, cosa si può fare per aumentarne il livello, raggiungere un adeguato livello di benessere e intraprendere le scelte migliori per noi? Innanzitutto, se abbiamo il dubbio, chiediamo ad un professionista di valutare la nostra autostima, e nel caso in cui risultasse non proprio elevatissima, possiamo decidere di regalarci un breve percorso psicoterapeutico che ci sveli gli errori in cui, inconsapevolmente, cadiamo, e che ci dia gli strumenti per gestirli. Se abbiamo qualche dubbio, pensiamo ai vantaggi che potremmo trarre dal lavoro su questi aspetti. Intanto, però, facciamo un elenco di suggerimenti utili (più o meno clinici) :

– Impara a riconoscere i momenti e le situazioni in cui i pensieri critici vengono fuori
– Impara a non attribuirti la colpa di un insuccesso, pensando di essere incapace, fallito, inutile…
– Smetti di valutarti troppo rigidamente
– Dimensiona gli scopi che vuoi raggiungere in modo da non rimanere frustrato
– Impara a perdonarti quando non riesci a raggiungere un obiettivo
– Accetta le tue fragilità considerandole caratteristiche uniche
– Dai un minor peso al giudizio degli altri
– Accettati con coraggio
– Scegli di affrontare il cambiamento minimizzando le tue resistenze”

Mia, ora hai qualche piccolo strumento in più… ma puoi sicuramente ottenere buoni risultati, dedicando del tempo a te stessa e a questo “progetto”. Sono certa che riuscirai! Buon lavoro!

Un caro saluto
Floriana Ventura

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteOssessionata dal ghiaccio
Articolo successivo12 ricette anti-colesterolo per il cenone
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.