Home Dieta Scrivi alla psicologa Lasciarsi andare

Lasciarsi andare

CONDIVIDI

Salve, le volevo chiedere un parere: sono giù di tono e questo già da un pò, o meglio ho sbalzi di umore, può essere legato al fatto che cerco di mangiare meno? Sono dimagrita 3 Kg in un arco di tempo di circa 3 mesi o forse più: da un anno a questa parte sono stata operata al seno due volte, prima ho avuto una quadrectomia e dopo un mese a causa del linfonodo ascellare positivo, ho subito lo svuotamento ascellare e una mastectomia con inserimento di protesi definitiva. Ho reagito abbastanza bene fino a poco tempo fa attingendo a risorse che non credevo di avere, non ho fatto nè chemio, nè radio terapia, ma sto prendendo gli ormoni. Adesso sono un po’ in riserva, sento il bisogno di più attenzioni, che richiedo, ma penso che l’essermi sempre mostrata positiva abbia giocato a mio sfavore.
Non so se mi sono fatta capire. Grazie se mi potrà rispondere.
MORENA

 

Cara Morena,
Intanto voglio ringraziarti per avermi scritto e per aver dato sfogo al tuo malessere.
Non mi dici quanti anni hai e com’è la tua vita, ma non penso che il tuo umore abbia subito un abbassamento, e ora degli sbalzi, a causa della dieta, a meno che tu non abbia caricato la perdita di peso di significati negativi, come un senso di restrizione, costrizione, o addirittura ingiustizia.
Credo, invece, per le poche righe che mi racconti, che sia arrivato il momento in cui ti sei finalmente lasciata andare, dopo aver dovuto affrontare con determinazione e forza due interventi che hanno un impatto molto violento sulla psiche, soprattutto quando si vede messa a rischio la propria vita e quando si viene private di una parte di sè, ancor di più se legata così profondamente con la femminilità, la maternità, la seduttività, il sentrirsi attraenti e tanto altro.
Morena tu hai subito un lutto ed ora puoi, e devi, leccarti le ferite, darti il tempo di recuperare, dare spazio alla rabbia, se c’è, alla tristezza (ma che male c’è ad essere tristi?) e agli sbalzi d’umore. E’ una fase che deve fare il suo corso, che richiede, se trascorre senza intoppi, circa un anno, un anno e mezzo, e serve a darti la possibilità, alla fine, di accettare il lutto e superarlo.
Conceditelo, dai  a te stessa il permesso di vivere anche le emozioni sgradevoli che lo accompagnano e chiedi collaborazione a chi ti è vicino. Cerca di dedicarti del tempo piacevole tutto per te, fatto non solo di doveri, ma anche di svaghi e hobbies divertenti e rilassanti, che possibilmente ti facciano stare a contatto con la gente e le persone che ami, quando ti sentirai pronta.
E se incontrassi qualche difficoltà rivolgiti ad uno psicoterapeuta che può darti un sostegno nella fase più dura di questo percorso.
Vedrai, presto ti sentirai meglio e apprezzerai ancora di più di essere viva!

Un caro saluto
Floriana Ventura

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteRassodare l’interno coscia
Articolo successivoCapelli: le tendenze autunno – inverno
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.