Home Dieta Scrivi alla psicologa La fine di una storia malata

La fine di una storia malata

CONDIVIDI

 

Salve dottoressa, le chiedo qualche consiglio o esercizio per lasciarmi il passato alle spalle. Ho finito da qualche mese una storia malata, non riesco a non pensare, non riesco ad accettare, non riesco a guardare avanti con fiducia pensando che ancora tante belle cose possono arrivare. Mi sento ormai vecchia per una famiglia, ho 37 anni, e penso che nessuno più mi vorrà bene. Chiedo il suo aiuto, se possibile.

Grazie Camilla

Ciao Camilla,
la prima cosa che voglio dirti è BRAVA, perche hai trovato dentro di te la forza e il coraggio di chiudere una storia che definisci malata, proteggendoti e dandoti un valore. Brava, davvero!
Immagino che questa scelta, sana e protettiva, ti abbia però lasciata lacerata, stanca e ti abbia sottratto notevoli energie psichiche, col risultato che oggi sei debilitata, esausta, sfinita, e purtroppo anche con un vissuto di rassegnazione e incapacità di vedere un futuro per te.
Questo dipende in parte dal “lutto” che stai vivendo per la fine della relazione e che necessita di un periodo di elaborazione durante il quale alternerai momenti di disperazione, ad altri di rabbia, ad altri ancora di tristezza, fino a quando ti sentirai pronta a riorganizzare la tua vita.
Oltre a questo, Camilla, sei caduta vittima di una distorsione cognitiva, cioè una modallità erronea di leggere le informazioni provenienti dall’ambiente circostante, solo in determinate situazioni, che ti fa vedere la realtà attraverso un filtro che colora tutto dello stesso colore e non ti fa fare distinzioni. Quindi succede che chiudi una storia malata, nella quale probabilmente avevi investito, hai 37 anni, e credi che non ci saranno più possibilità per te, che il mondo finisce qui ed ora e che non sarai felice.
MA CHI LO DICE? CHE PROVE HAI PER PENSARE QUESTA COSA?
Prova a rispondere a queste domande, riflettendoci con calma, senza fretta, mettendo nero su bianco i tuoi pensieri e pian piano il panorama che vedi intorno riprenderà i suoi colori reali.
E poi, impiega il tuo tempo libero per stare con le persone a cui vuoi bene, raccogli tutto l’affetto che hai intorno e godine appieno.
Camilla, hai le risorse per superare questo lutto con successo, prendi forza e motivazione dalla capacità e dall’energia che hai avuto per chiudere la tua relazione. Ce la puoi fare, datti del tempo, starai gradualmente meglio.

Un abbraccio

Floriana Ventura

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa percezione di se stessi
Articolo successivoFigli ‘mediani’
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.