Home Dieta Scrivi alla psicologa In cerca di buon fisico

In cerca di buon fisico

CONDIVIDI

Salve Dott.ssa Ventura, mi chiamo Elisa e sono una studentessa all’università “La Sapienza”. Ho letto alcuni suoi consigli su questo sito e avrei tanto bisogno anch’io di una “dritta” in materia alimentare, e non solo forse. Il mio sogno costante è quello di guardarmi allo specchio e vedere che mi piaccio. Ti sentirmi dire che sto bene, in forma. Quasi sempre non accade, i miei occhi puntano a quei rotolini di grasso in più, soprattutto a livello delle gambe, con cui ho combattuto tantissimo e ne sono rimasta sempre sconfitta: sembrano proprio due prosciutti. Ho tentato varie diete, e ho provato anche quella personalizzata di Melarossa (l’unica che mi ha dato dei risultati positivi!), ma il mio problema è che appena incontro un ostacolo smetto e faccio molta fatica a controllarmi. Premetto che sono una persona di carattere sensibile e spesso la mia stima sta sotto terra… ho spesso a che fare con nervosismo, rabbia e ansia e tutto questo malessere lo scarico ovviamente sul cibo. Purtroppo la vita da studentessa non mi aiuta: ci sono periodi in cui sto a casa e altri viaggio in continuazione e il tempo per andarsi a fare una corsa/camminata è difficile da trovare. La prego, mi aiuti! Voglio riprendere questa dieta, ma stavolta con qualche spinta e grinta in più! La ringrazio tanto in anticipo.

Cara Elisa,
quello che ti succede dipende da una sorta di disregolazione emotiva per cui quando provi un’emozione come l’ansia o la rabbia o quando ti senti nervosa, invece di rispondere a questo disagio in modo adeguato, per esempio usando una tecnica di rilassamento, facendo una passeggiata o una telefonata ad un’amica, ti rivolgi al cibo come se fosse l’unico aiuto possibile in quel momento. In realtà, se ci pensi, che c’entra il cibo con l’essere arrabbiata? O ansiosa? Nulla in effetti….
La prima cosa utile da fare in questi casi, quindi, è dare la risposta adeguata al bisogno di quel momento (che non è il cibo, ma un nutrimento emotivo), ma anche imparare a gestire meglio alcuni pensieri sabotanti che ti portano fuori strada.

Per far questo puoi utilizzare le indicazioni che trovi nella mia guida gratuita che puoi scaricare a questo link:
http://www.florianaventura-psicologa.it/images/pdf/GuidaPsicodieta.pdf

Poi, è importante anche imparare a dare il peso giusto…. che vuol dire questo? Vuol dire imparare a rispettare ed accettare il proprio fisico e la propria costituzione anche se presenta delle caratteristiche non del tutto gradite. Ci sono degli aspetti del proprio corpo che a volte non possono essere modificati quanto si desidera, a meno che non si intervenga con soluzioni drastiche come la chirurgia estetica.

Non mi hai detto quanto pesi, ma quello che a livello psicologico conta è che tu possa imparare a piacerti a prescindere dalla circonferenza delle tue cosce. E in questo caso un lavoro sull’autostima potrebbe rappresentare davvero la svolta per te.
Avere le cosce ben tornite non toglie valore a te come persona… Ok?

Un caro saluto
Floriana Ventura

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe 10 migliori ricette con le zucchine
Articolo successivoDifficoltà a padroneggiarsi
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.