Home Dieta Scrivi alla psicologa Difficoltà a dimagrire

Difficoltà a dimagrire

CONDIVIDI

 

Gentile dottoressa, da circa un mese mi sono iscritta al sito di Melarossa. Ho 46 anni sono alta 1,70 e purtroppo peso 100 kg. Da oltre 10 anni sono a dieta...il peso minimo che ho raggiunto è stato di 82 kg e il massimo di 115. Ora non riesco più a dimagrire: sono dirigente in una grande azienda, lavoro molto e non ho tempo per fare attività fisica. Durante il giorno riesco a seguire la dieta ma quando arrivo a casa alla sera (abito da sola) non riesco a fare a meno di mangiare cioccolata! Mi impegno sempre a non comprarla più ma cado sempre nella tentazione. Ho paura di non riuscire a perdere i chili di troppo, non mi piaccio per niente...Mi aiuti! Vivo la rinuncia ai cibi proibiti come una grande frustrazione e quando perdo qualche chilo è sempre una scusa per sgarrare un pò e poi non riesco a tornare in carreggiata. Ora sono proprio disperata e, vista anche la mia età, ho paura di non riuscire più a tornare ad un peso accettabile. La ringrazio per i suoi consigli..

Cara Paola,
in effetti stare a dieta da 10 anni e ritrovarti sempre al punto di partenza deve essere molto frustrante.
Il punto fondamentale è che per cambiare il corpo è necessario cambiare la mente, nel senso che bisogna cominciare a guardare la situazione con altri occhi, diversi da quelli che fino ad oggi ti hanno guidato in questa impresa.
Non si può pensare di dimagrire se ogni sera si esce dal piano alimentare programmato, dimenticando ogni volta il reale motivo per cui si desidera perdere peso. E' importante che modifichi la connotazione negativa che oggi attribuisci alla "dieta", vivendola come privazione, mentre puoi spostare il tuo punto di vista e cominciare a considerare la tua alimentazione corretta come uno stile di vita duraturo, permanente, nel quale inserire anche un po' di attività fisica (all'inizio sono sufficienti 20 minuti di camminata a passo sostenuto al giorno, per poi aumentare gradualmente). Per motivarti di più fai una lista di tutti i vantaggi che avresti una volta perso peso, inserendo anche i fattori apparentemente più banali, come indossare un vestito di una taglia in meno... Poi, leggi la lista almeno una volta al giorno per la prima settimana e poi tutte le volte che senti che la motivazione sta scemando.
In più, puoi imparare a gestire le smanie di cibo(di cioccolata nel tuo caso)in modo efficace:
innanzitutto, aspettare che una smania di cibo passi aumenta la tua capacità di tollerarla e accresce la tua fiducia di riuscirci. Le smanie di cibo iniziano a diminuire nel momento in cui decidi che NON hai assolutamente intenzione di trasgredire la dieta. Aumentano, invece, quando sei indecisa se mangiare oppure no. Tieni presente che la smania di cibo dura al massimo 5-10 minuti, per cui, resisti per quel tempo, tenendoti occupata in qualcosa di piacevole, e passerà.
Se torna dopo un po', comportati allo stesso modo, e così tutte le volte che se ne affaccia una, e pian piano ne verranno sempre meno e più gestibili. Provare per credere!
In più, per avere altre indicazioni per affrontare i momenti più difficili, scarica la guida gratuita che trovi nel link sottostante:
http://www.florianaventura-psicologa.it/images/pdf/GuidaPsicodieta.pdf
e metti subito in pratica ciò che troverai scritto al suo interno.
In bocca al lupo!
Un saluto

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteDifficoltà a padroneggiarsi
Articolo successivoGli accessori della bella stagione
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.