Home Dieta Scrivi alla psicologa Depressione o disperazione?

Depressione o disperazione?

CONDIVIDI

 

Un aborto perché iniziavo il mio primo lavoro a 21 anni, perchè avevo paura di perderlo e perché il mio ragazzo non lo voleva, ma ci sono stata comunque 13 anni insieme. Storie successive di breve durata fallite, tra cui un matrimonio finito all’età di 48 anni, mi fa ritrovare a 55 anni – in menopausa – da sola. Poco entusiasmo nel fare le cose anche se mi piacciono: vorrei solo stare a casa con il mio gatto, mangiare fino a scoppiare ed addormentarmi guardando la TV. Sono in cura da un anno da una psicologa/ipnotica ma al momento non vedo in me nessun cambiamento. Potrebbe essere depressione? Non voglio prendere medicinali vorrei farcela da sola.

Grazie, Marisa

Cara Marisa,
nell’oggetto della mail poni una domanda: incostanza, disperazione o depressione?
Difficile per me poterti dare una risposta, dal momento che ho davvero pochi elementi per inserirti precisamente in una definizione nuda e cruda.
Quello che posso dirti è che, da quanto mi scrivi, nella tua vita ci sono state situazioni dolorose e relazioni andate male ed ora ti senti sola, probabilmente con gli sbalzi ormonali dovuti alla menopausa, con poca voglia di fare cose, demotivata e scontenta.
Per rispondere alla tua domanda, può essere che tu stia attraversando una fase di lieve depressione, che, se confermata, è bene che venga trattata come si deve.
Ti suggerisco di chiedere alla tua psicologa di fare un punto sulla tua situazione, eventualmente darti ancora un po’ di tempo con lei, ma se non vedi progressi, prova a fare un colloquio con un terapeuta di un altro orientamento (per esempio cognitivo comportamentale o transazionale) che ti assicura una terapia di breve/media durata ed un controllo dei sintomi più rapido.
Poi, non escludere a priori un periodo di sostegno farmacologico, perchè se ritenuto necessario, può aiutarti nel miglioramento dell’umore e soprattutto per un migliore accesso ai contenuti della psicoterapia. Attualmente i farmaci moderni non hanno più gli effetti collaterali di una volta, sono molto ben tollerati e possono essere usati solo ed esclusivamente per il periodo necessario, non a vita.
Spero di essere stata esauriente e mi farebbe piacere se mi aggiornassi su come va.
In bocca al lupo

Floriana Ventura

 

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedentePaura dei ladri
Articolo successivoL’ansia, nemica/amica!
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.