Home Dieta Scrivi alla psicologa Cibo come droga

Cibo come droga

CONDIVIDI

 

Buongiorno, ho intrapreso la Vs. dieta e nelle settimane in cui ho rispettato il tutto ho perso un paio di chili. Dopo ho iniziato piano piano a non rispettare in tutto le quantità e le tipologie di alimenti. Adesso mi ritrovo a mangiare continuamente facendo delle piccole soste in quanto poi mi sento piena e nauseata. Mangio di tutto dal dolce al salato, pane, ecc. Sento un bisogno irrefrenabile di mangiare continuamente. Può aiutarmi per favore? Premesso che ho posto il problema già ad una collega e alla fine delle sedute mi ha detto che sto bene e non ha rilevato alcun problema. Dimenticavo di dirle che ho 52 anni non ho problemi di salute. Attendo con ansia un suo parere. Grazie, Salvina

Cara Salvina,
da quello scrivi mi sembra che tu sia assalita dalle cosiddette smanie di cibo che poi sfociano in una sintomatologia che fa pensare al Binge Eating Disorder, ovvero un disturbo che prevede di abbuffarsi almeno 2 giorni a settimana senza mettere in atto meccanismi di compenso (vomito, lassativi, sport eccessivo) e che in aggiunta prevede manifestazioni come ingerire cibo fino a percepire sensazioni di malessere fisico, mangiare molto piu rapidamente rispetto alla norma, mangiare senza percepire fame, consumare cibo da soli per l'imbarazzo causato dalla quantita di cibo ingerita e poi, senso di colpa, vergogna o tristezza fino alla depressione dopo le abbuffate.
Se ti riconosci in questo quadro è bene che ti rivolga ad uno psicoterapeuta esperto in disturbi alimentari.
Intanto ti posso dare dei suggerimenti per sconfiggere le smanie di cibo, caratterizzate da un intenso impulso a mangiare accompagnato da una tensione e da una spiacevole sensazione di bramosia, nella bocca, nella gola o nel corpo e non trovi sollievo fino a quando non mangi il cibo "smaniato". Ecco cosa puoi fare per difenderti dalla smania: innanzitutto, aspettare che una smania passi aumenta la tua capacità di tollerarla e accresce la tua fiducia di riuscirci. Le smanie di cibo iniziano a diminuire nel momento in cui decidi che NON hai assolutamente intenzione di trasgredire la dieta. Aumentano, invece, quando sei indecisa se mangiare oppure no. Tieni presente che la smania di cibo dura al massimo 5-10 minuti, per cui, resisti per quel tempo, tenendoti occupata in qualcosa di piacevole , e passerà. Se torna dopo un po', comportati allo stesso modo, e così tutte le volte che se ne affaccia una, e pian piano ne verranno sempre meno e più gestibili. Provare per credere!
In più, per avere altri suggerimenti da utilizzare per correggere gli errori che non ti consentono di dimagrire come vorresti, scarica la guida gratuita che trovi nel link sottostante:
http://www.florianaventura-psicologa.it/images/pdf/GuidaPsicodieta.pdf

e, se ti va, fammi sapere come procede.

Un saluto, Floriana Ventura

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteStoria a distanza
Articolo successivoJeans e curve, si o no?
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.