Home Dieta Dimagrire con la dieta Pausa pranzo a dieta: è meglio un’insalata o un panino?

Pausa pranzo a dieta: è meglio un’insalata o un panino?

CONDIVIDI
pausa pranzo a dieta, meglio panino o insalata ?

Pausa pranzo per chi ha  poco tempo e segue una dieta, che mangiare? Hai 2 opzioni: l’insalata, sinonimo di leggerezza, e il panino, spesso considerato pesante e poco salutare. Il nutrizionista Luca Piretta ti aiuta a fare chiarezza e a sfatare i luoghi comuni per cui molta gente pensa che il panino sia il nemico giurato della forma fisica: non è così – la dieta Melarossa lo dimostra! -, tutto dipende dal tipo di pane che si utilizza e da come si decide di farcirlo.

 

Del resto anche l’insalata, considerata uno degli alimenti light per eccellenza, può nascondere delle insidie. Essendo molto leggera, se mangiata da sola, senza farinacei, a volta non soddisfa l’appetito e favorisce gli attacchi di fame pomeridiani, mentre se è troppo abbondante (con patate, formaggi, salse e condimenti in eccesso) diventa più calorica di un panino equilibrato.

Pausa pranzo: che sia panino o insalata, l’importante è la varietà! Regalati una pausa di piacere e usa il nostro servizio sostituzioni per cambiare ogni giorno i tuoi panini ( ricette panini) e le tue insalate in funzione dei tuoi gusti. Prova anche le nostre ricette pane perché, con il pane fatto in casa, la pausa pranzo con un panino è molto più gustosa!

Leggi i consigli del nutrizionista, scopri se le tue convinzioni su panini e insalate sono giuste o sbagliate e impara a mangiare sano anche quando hai poco tempo!

Il panino durante la pausa pranzo è pesante

Falso. Dipende molto dal “companatico”. Lattuga, pomodoro e mozzarella non sono affatto pesanti, se invece lo farciamo con speck e brie diventa un panino “calorico”. La “pesantezza” intesa come difficoltà a digerire spesso è legata alla velocità con cui lo si mangia.

Mangiare un’insalata a pranzo è meglio per chi è a dieta

Vero /falso. Sicuramente per una persona a dieta la classica insalata rappresenta un piatto meno calorico, ma attenzione. Se nell’insalata mettiamo 2 cucchiai di olio o la maionese e aggiungiamo del mais o della fontina, allora diventa un piatto più calorico del panino.

Insalate e panini rappresentano un pranzo equilibrato

Vero. Sia un’insalata che un panino possono essere un piatto equilibrato, anche se considero consigliabile distribuire le calorie giornaliere in modo equilibrato, sia in termini di distribuzione calorica (20% a colazione, 10% a metà mattina, 30% a pranzo, 10% a metà pomeriggio e 30% a cena) che in termini di contenuti, nell’arco della giornata più che all’interno dello stesso pasto.

Il vantaggio è la varietà

Vero. Non bisogna mai commettere l’errore di considerare un tipo di alimento sufficiente a coprire i fabbisogni nutrizionali. Per questo variare è fondamentale anche all’interno di uno stesso gruppo alimentare.

Va bene farcire tutti i giorni il proprio panino con i salumi

Falso. Non conviene utilizzare tutti i giorni i salumi nel panino. Ogni tanto ci si può concedere la mortadella o il salame perché, anche quando si è a dieta, nessun alimento è vietato. Se si segue una dieta da 1100 Kcal, per esempio, un panino da 70 gr (meglio se integrale) con 40 g di mortadella, completato con delle verdure crude scondite e della frutta per aumentare il senso di sazietà, rappresenta un pranzo equilibrato. Naturalmente, per farcire il proprio panino è meglio privilegiare il prosciutto (possibilmente sgrassato) o la bresaola o il tacchino.

Fa male mangiare tutti giorni un panino o un’insalata

Falso. Non fa male se si alterna il panino con l’insalata!

 

 

Commenti