Home Dieta Dimagrire con la dieta Melarossa, la dieta che puoi personalizzare come vuoi

Melarossa, la dieta che puoi personalizzare come vuoi

CONDIVIDI
dieta melarossa per dimagrire con creativita

Quando decidi di seguire una dieta, gli aspetti che ti spaventano di più sono la monotonia e il fatto che non sia tu a decidere cosa mangiare: questo può rendere il momento dei pasti piuttosto noioso e farti perdere l’entusiasmo di gustare e assaporare.

Proprio per questi motivi la dieta di Melarossa è stata pensata per assicurare varietà, ma soprattutto, essendo personalizzata, per dare autonomia a chi ha deciso di perdere peso. Se non hai voglia di mangiare quello che la dieta suggerisce o non hai a casa un determinato alimento, puoi seguire le linee guida dell’ABC delle sostituzioni, che ti permetteranno di adattare ancora di più la dieta alle tue esigenze! Come?

 

Il principio fondamentale è quello di sostituire gli alimenti di un gruppo con quelli appartenenti allo stesso gruppo. Quindi  sempre  carne con carne, verdure con verdure. Può succedere che un giorno tu non abbia proprio voglia di mangiare la bresaola prevista dalla dieta, ma che tu preferisca il pesce. Niente paura! Bresaola e pesce fanno parte dello stesso gruppo delle proteine, per cui una fetta di salmone affumicato o un qualsiasi altro pesce fresco o surgelato possono soddisfare il tuo desiderio.

Se ad esempio segui la dieta panino e non hai voglia di un panino con il prosciutto crudo, puoi pensare di sostituirlo con la stessa quantità di bresaola, di fesa di tacchino al forno oppure di prosciutto cotto, tutti appartenenti allo stesso gruppo delle proteine.

Storci il naso ogni volta che la dieta prevede fagioli? Niente paura! E’ possibile sostituirli con la stessa quantità di altri legumi o ancora con seitan, tofu o altri tipi di soia, alimenti altrettanto proteici. I supermercati bio, ma ultimamente anche la grande distribuzione, li propone in versione hamburger, polpette o altro ancora da poter cucinare senza olio e con una spruzzata di limone.

E se ti viene una voglia matta di polenta? Appartenendo al gruppo dei carboidrati, è possibile saltuariamente sostituirla a una porzione di pasta, soprattutto se condita con un sugo leggero, ricordando che le porzioni di pasta o semola devono essere equivalenti.

Se infine non vuoi rinunciare al latte ogni mattina a colazione, puoi mantenere le tue abitudini consumando latte scremato senza aggiungere zucchero o, se al contrario non ami consumarlo, è possibile sostituirlo con alimenti appartenenti allo stesso gruppo dei latticini come lo yogurt. Attenzione a non sostituirlo con il latte di soia che invece è più assimilabile al gruppo alimentare dei legumi.

Quando poi ti viene voglia di un bel frullato, non ti scoraggiare: se a colazione hai latte e per lo spuntino frutta fresca, metti tutto insieme e, senza aggiungere zucchero, il gioco è fatto!

Insomma sentiti libero di adattare la dieta alle tue abitudini, nel rispetto ovviamente delle linee guida fornite dai nostri nutrizionisti e del numero di calorie calcolate per farti perdere peso. E se con il nostro vademecum e con questi consigli non riesci a risolvere i tuoi dubbi, scrivici e sapremo aiutarti!

Luisa Carretti

Commenti