Home Bellezza Trucco e capelli Come avere capelli liscissimi

Come avere capelli liscissimi

CONDIVIDI

Parliamo di capelli, poichè sono così importanti che possono determinare l’umore della giornata. L’altro giorno ero dal parrucchiere per coprire quei capelli bianchi che dopo i 40 obbligano tutte, tranne poche fortunate, a farsi il colore ogni 30/60 giorni.

Accanto a me era seduta una bella ragazza bionda con capelli liscissimi, dritti e ordinati..quei capelli che rispettano la forza di gravità e se ne stanno tutti belli giù, ognuno al proprio posto.

Di certo se i capelli belli lisci non li hai di natura e li vuoi, li “vuoi tantissimo”, il mercato si sbizzarrisce per accontentarti o farti credere di poterti accontentare: gli scaffali di profumerie e supermercati sono pieni di shampoo, balsami, gocce, impacchi che promettono il “liscio perfetto” ma non sono efficaci.

Forse possono aiutarti ad ottenere l’effetto desiderato, ma non senza l’utilizzo della piastra e quindi occorre molto tempo a disposizione e comunque i capelli sono sottoposti al calore nocivo e sfibrante della piastra che tra l’altro richiede una certa manualità che non tutti hanno (io no, per esempio).

Il trattamento alla keratina

Ed ecco che sempre più si sente parlare di un trattamento “miracoloso” che alcuni parrucchieri propongono in diverse varianti e con nomi diversi: “spazzola progressiva”, “trattamento brasiliano”, “trattamento alla keratina”, “hair lifting”.

Il risultato promesso è sempre lo stesso, più o meno: capelli lisci, ordinati, ristrutturati e mai crespi, e tutto questo per un lungo periodo di tempo, in genere 2/3 mesi, ma alcuni possono durare anche il doppio, e soprattutto non occorre fare nessuna piega: li lavi e sono così, perfetti, lisci, corposi.

I prezzi variano molto da parrucchiere a parrucchiere, dagli 80 ai 300 euro: perché questa forbice? Cerchiamo su internet e presto si capisce che l’effetto miracoloso è dovuto principalmente all’utilizzo di una sostanza nociva, la formaldeide, che può provocare, leggiamo sempre su internet, fenomeni allergici e può persino essere cancerogena. Non è ben chiaro se i danni di questa sostanza sono realmente rilevanti anche per chi si sottopone una tantum al trattamento, o solo per i parrucchieri, per gli addetti ai lavori, che respirano la sostanza quotidianamente. Di recente sono arrivati sul mercato tanti prodotti che i parrucchieri dichiarano essere senza formaldeide o con formaldeide in percentuale sotto la soglia stabilita dal Ministero della Sanità. Insomma, sono tante le domande da fare ad un addetto ai lavori per ottenere un po’ di chiarezza e capire come conviene orientarci. Noi di Melarossa lo abbiamo fatto, e questi sono i consigli che vi diamo.

Rischio formaldeide: come proteggerti 

- La formaldeide è una sostanza contenuta in quasi tutti i prodotti cosmetici, di conseguenza è presente anche in questi trattamenti liscianti. I prodotti italiani devono contenerne una percentuale massima stabilita dal Ministero della Sanità. Il pericolo può esserci nei prodotti brasiliani che non sono controllati come i nostri, e se anche seguono delle direttive, non si tratta di parametri adatti per le nostre caratteristiche (spessore dei capelli, consistenza della pelle,  ecc.). Diffidia quindi delle offerte di brasiliani che propongono servizi a domicilio. Fai tranquillamente questi trattamenti che hanno un effetto cosmetico fantastico, ma rivolgiti sempre al tuo parrucchiere di fiducia, che utilizza prodotti certificati.

Il trattamento ha una durata variabile e dipende dalla manualità del parrucchiere, dalle caratteristiche del capello e anche da quanto spesso facciamo lo shampoo. Quindi se fai molto sport e lavi i capelli quasi tutti i giorni, il trattamento difficilmente potrà durare più di due mesi.

Conviene poi non aspettare che l’effetto sia sparito del tutto prima di rifarlo, soprattutto la prima volta. Ripetendo il trattamento costantemente il risultato dura di più.

- Dopo il trattamento i capelli non vanno lavati né legati per 48 ore, questo per far sì che il prodotto venga assorbito ed evitare che elastici, pinze e mollette lascino pieghe. Evitate anche di colorare i capelli nei giorni successivi: il trattamento può avere un effetto leggermente schiarente.

Isabella Quercia

Commenti