Home Bellezza Cura del corpo Cosmetici: meglio in profumeria o in farmacia?

Cosmetici: meglio in profumeria o in farmacia?

CONDIVIDI
cosmetici

Profumerie e farmacie propongono tanti cosmetici per il trucco, e la cura della pelle e dei capelli. Ma qual'è la differenza tra i prodotti venduti in farmacia e quelli venduti in profumeria? E soprattutto quali cosmetici acquistare? Scopri tutte le differenze e segui i consigli dell'esperta.

Melarossa ha chiesto all'esperta Francesca Nardi, di Nardi Day SPA, qualche indicazione al riguardo.

Qual'è la differenza tra i cosmetici venduti in farmacia e quelli in profumeria? È solo una questione di canale di vendita?
La differenza é minima: i cosmetici venduti in farmacia avevano un senso anni fa quando la ricerca nei cosmetici venduti presso altri canali era scarsa. Oggi gran parte dei cosmetici non di profumeria nascono da laboratori di ricerca molto all'avanguardia. Ovviamente quando si parla di prodotti da farmacia bisogna distinguere tra quelli davvero curativi e quelli semplicemente privi di nickel.

Il nickel è un allergene che si trova in molte cose: negli alimenti, nei cinturini degli orologi, nella bigiotteria, nelle maniglie delle porte e anche nei cosmetici, dove è ammesso solo come traccia. Non c’è una ancora una normativa in ambito cosmetico che stabilisca il tenore di queste tracce, ma ci sono numerose aziende cosmetiche che si sono autoregolamentate con il massimo rigore. L’allergia al nickel può anche essere causata da un accumulo nella pelle e il problema insorge all'improvviso dopo anni che si usa lo stesso prodotto. Il pigmento usato per dare colore alle palettes del trucco ad esempio, come il verde e il blu, se non è puro può contenere anche cromo e cobalto, anch’essi allergeni. Per questo, se soffri di allergie ti consigliamo di optare per prodotti testati su questi tre metalli per poterli usare in tutta sicurezza.

A chi soffre di problemi di pelle delicata e reattiva è consigliato sempre l'acquisto in farmacia?
No. Oggi ci sono prodotti cosmetici venduti in profumerie e centri benessere che nascono da laboratori ospedalieri o da laboratori giapponesi molto all'avanguardia.
Pertanto non li classificherei come "seconda linea" ma come veri e propri curativi. Ripeto solo che bisogna capire cosa va curato, e quindi se è preferibile un cosmetico che funga quasi da farmaco.

Non esiste una grande differenza nella qualità dei prodotti se non si hanno problemi seri di pelle reattiva e sensibile. La scelta allora può farsi anche sul costo. E se il budget è piccolo, l'acquisto di cosmetici in farmacia, spesso con un ottimo rapporto qualità-prezzo, diventa un'opzione interessante.

Ecco una selezione di prodotti scelti per te dalla redazione

1Crema Multiattiva Estée Lauder Revitalizing Supreme

2Crema idratante DIOR Hydralife Crème Sorbet Pro-Jeunesse

3Crema prime rughe Clarins Multi-Active Jour

4Contorno occhi anti-rughe Shiseido Benefiance WrinkleResist24

5Crema regolatrice pori Dr. Brandt Skincare Pores No More®

Commenti